Europa:Smog responsabile di 50 mila morti premature

Uno studio pubblicato su TheLancet ha dimostrato che l’inquinamento atmosferico nelle città europee è la principale causa di morti premature. Le città riscaldate dall’inquinamento hanno effetti devastanti sulla salute. Lo studio ha preso in esame 1000 città europee.

Una percentuale considerevole di morti premature nelle città europee potrebbe essere evitata ogni anno riducendo le concentrazioni di inquinamento atmosferico, in particolare al di sotto delle linee guida dell’OMS. Lo studio ha dimostrato che la mortalità varia fra le città europee, e indica dove sono necessarie azioni politiche per ridurre l’inquinamento atmosferico e realizzare comunità sostenibili, vivibili e sane. Le attuali linee guida dovrebbero essere riviste e le concentrazioni di inquinamento atmosferico dovrebbero essere ulteriormente ridotte per ottenere una maggiore protezione della salute nelle città.

I Risultati della ricerca

In generale, le città con il minor carico di mortalità dovuto all’inquinamento atmosferico erano situate nel nord Europa. Le città con il PM più basso  sono stati: (1) Reykjavík (Islanda), (2) Tromsø (Norvegia), (3) Umeå (Svezia), (4) Oulu (Finlandia), (5) Jyväskylä (Finlandia), (6) Uppsala (Svezia), (7) Trondheim (Norvegia), (8) Lahti (Finlandia), (9) Örebro (Svezia) e (10) Tampere ( Finlandia);

Infine, le città con il più basso tasso di mortalità per NO 2  sono state: (1) Tromsø (Norvegia), (2) Umeå (Svezia), (3) Oulu (Finlandia), (4) Kristiansand (Norvegia) , (5) Pula (Croazia), (6) Linköping (Svezia), (7) Galway (Irlanda), (8) Jönköping (Svezia), (9) Alytus (Lituania) e (10) Trondheim (Norvegia.

Le morti dovute all’inquinamento atmosferico variavano ampiamente, con i livelli di NO2 a Madrid, ad esempio, responsabili del 7% dei decessi annuali lì.Le città nella regione della Pianura Padana del nord Italia, Polonia e Repubblica Ceca sono state le più alte in termini di mortalità, con le città italiane di Brescia, Bergamo e Vicenza tutte tra le prime cinque per concentrazioni di PM2,5.

L’OMS stima che l’inquinamento atmosferico uccida più di 7 milioni di persone ogni anno ed è una delle principali cause di malattia e assenza dal lavoro a livello globale.

Inoltre, è convinzione diffusa che le principali fonti di inquinamento siano traffico e fabbriche, ma nella classifica il primo posto è occupato da agricoltura e allevamento, che inquinano molto di più rispetto ad altri settori.

Quali sono le città più inquinate?

In base a uno studio dell’agenzia europea per l’Ambiente l’Italia è prima, in termini assoluti, per morti premature da biossido di azoto.Per quanto riguarda l’NO2, le città europee più inquinate sono Londra, Parigi e Torino.  la città più inquinata d’Europa (ma anche del mondo) sarebbe Tetovo, nella Macedonia del Nord, con un Pollution index di 97,44, seguita dalla Russia Chelyabinsk e Tirana. Nella classifica ci sono anche Napoli e Brescia.

Blog su WordPress.com.

Su ↑