Negozi, il delivery alla portata di tutti: l’iniziativa di Satispay e la soluzione per i piccoli negozianti

l nuovo servizio Satispay: Consegne e Ritiro per i commercianti gratis per i mesi di maggio e giugno

I primi a essere colpiti dalla crisi economica, causata dal Coronavirus sono stati sicuramente i piccoli negozi al dettaglio, i quali già in tempi non sospetti subivano la concorrenza sleale dei grandi centri commerciali aperti anche durante le festività. Solo alcuni hanno resistito alla grande concorrenza, per diversi motivi, per una realtà radicata da anni, per le competenze, ma questa nuova crisi rischia di spazzare via alcune realtà. 

Satispay lancia nuove funzionalità per la gestione di delivery da parte dei negozianti. L’app permetterà di ordinare via telefono, pagare tramite smartphone e scegliere la modalità di consegna.

La società del fintech, Satispay, offre una nuova opportunità ai negozi in tempo di coronavirus. Consegna e Ritiro, il nuovo servizio di delivery messo a disposizione dalla scaleup specializzata in mobile payment, permette ai negozianti di ricevere gli ordini dei clienti via telefono e gestire i pagamenti tramite app. I prodotti acquistati potranno essere ricevuti secondo le modalità Prenota e Ritira, con ritiro in negozio, o Consegna a domicilio, il tutto predisposto con pochi click su una sola piattaforma.

Gli esercenti aderenti saranno inoltre inseriti nella lista di negozi dell’app, ottenendo visibilità e facile fruizione all’interno di una community di oltre un milione di utenti.

Un’iniziativa pensata per venire incontro ai negozi fisici, fortemente colpiti dal lockdown, che potrebbe contribuire a riportare clienti e allo stesso tempo limitare i rischi.

Satispay: dal pagamento con lo smartphone al delivery

Una soluzione ai problemi del negozio fisico

L’emergenza coronavirus sta rapidamente mettendo in ginocchio piccoli e grandi esercizi commerciali, punti di contatto rischiosi per l’andirivieni di persone ed il passaggio di mano di contanti o carte di pagamento.

Nell’ambito della lotta al contagio, una delle soluzioni proposte per arginare i rischi è stata il pagamento con lo smartphone, che permette transazione rapide e pulite senza alcun contatto tra cliente ed esercente.

Satispay, fintech nata nel 2013 proprio per offrire questo servizio, si è consolidata da anni come una scaleup affermata, con una delle applicazioni più usate per il mobile payment. La sua app può essere utilizzata da chiunque abbia un conto corrente bancario, per scambiare facilmente denaro con i propri contatti telefonici o effettuare pagamenti nei punti vendita ed e-commerce convenzionati.

Ora, a fronte della situazione d’emergenza per il lockdown, Satispay propone una soluzione anche al secondo problema dell’acquisto in negozio: la gestione degli ordini ed il ritiro dei prodotti.

Il lancio anticipato del servizio

“Avevamo nella nostra roadmap di sviluppo un focus su prenotazioni e delivery che immaginavamo in un arco temporale di circa tre anni”, spiega Alberto Dalmasso, CEO e co-founder di Satispay. “È chiaro che l’accelerazione nel cambiamento di alcuni modelli imposta dalla pandemia ha toccato molte sfere, incluso il commercio”.

“Da sempre crediamo e agiamo nella convinzione che la capacità di adattamento sia vitale per qualsiasi business e questo ci ha permesso di pensare e sviluppare rapidamente un nuovo servizio.” aggiunge Dalmasso, “Voglio però aggiungere che in questi giorni in cui abbiamo lavorato a Consegna e ritiro, non solo ci ha confortato ma ci ha reso orgogliosi vedere come migliaia di negozianti ogni giorno si ingegnassero per comunicare ai propri clienti come si stavano organizzando per il delivery, segnalando e raccomandando il pagamento con Satispay. Portare nelle loro mani, e in quelle di tutti i nuovi negozi che verranno, uno strumento in grado di semplificare questo sforzo titanico che stanno facendo è per noi una grande soddisfazione. Tutto il nostro team ha lavorato alla messa punto del servizio col cuore”.

Consegna e Ritiro, ecco come funziona il servizio

Il servizio di delivery Consegna e Ritiro sarà facilmente accessibile all’interno dell’applicazione Satispay. Gli utenti dovranno selezionare la modalità di ritiro (in negozio o a domicilio), telefonare al numero del negozio fornito dall’app stessa, e procedere all’ordinazione. Il negoziante potrà quindi inviare al cliente la richiesta di pagamento con dettaglio dell’acquisto. Alla ricezione del pagamento, preparerà l’ordine e procederà alla consegna o ad attendere il ritiro in negozio, il tutto senza alcun contatto.

Il sistema, completamente integrato e di semplice fruizione, unirà sicurezza e comodità attraverso una piattaforma già consolidata.

Il delivery Satispay: un passo verso il negozio del futuro

L’obiettivo dell’iniziativa è ottenere velocemente una rete di negozi aderenti al servizio su tutto il territorio nazionale, per mettere la funzionalità a disposizione di utenti ed esercenti nel minor tempo possibile.

Per accelerare questo processo, Satispay mette la funzione Consegna e Ritiro gratuitamente a disposizione degli esercenti per i mesi di aprile e maggio. Il progetto prevede anche l’implementazione di un servizio pensato per dare visibilità ai negozianti tramite l’applicazione, accessibile dall’ultimo aggiornamento dell’app Satispay Business.

Ai clienti sarà sufficiente accedere all’applicazione per avere tra le mani l’intero network dei negozi aderenti, trovare quelli vicino al proprio domicilio, e gestire l’acquisto dall’ordinazione fino alla consegna.

Satispay scelta per i buoni spesa del Comune di Milano

L’efficienza e la semplicità dell’applicazione è stata premiata dal Comune di Milano, che ha scelto Satispay come una delle due modalità di erogazione dei buoni spesa per sostenere le famiglie residenti a Milano che si sono trovate in difficoltà per assenza di reddito o perdita del lavoro. Tra i valori aggiunti che hanno contribuito alla selezione, anche il nuovo servizio per il delivery.

Attraverso la piattaforma, il Comune potrà abbattere totalmente i costi di distribuzione, etrasferire ai cittadini l’intero valore dei fondi stanziati in modo immediato attraverso un borsellino elettronico all’interno dell’app.

“Siamo davvero felici di poter supportare il Comune di Milano nell’attuazione delle urgenti misure di solidarietà rivolte a chi si è trovato in difficoltà a seguito dell’emergenza sanitaria da COVID-19″ ha commentato Dalmasso,  “La nostra piattaforma offrirà ai beneficiari dei buoni spesa il vantaggio di poter usufruire del contributo in maniera immediata, facile e intuitiva, sia nei tanti supermercati convenzionati della GDO, che sta dimostrando il suo ruolo centrale per la tenuta del Paese, che presso i piccoli esercenti particolarmente colpiti da questa crisi”.

fonte: economyup

 

La “rivoluzione” delle piccole attività commerciali passa attraverso Passaparola Shop

Passaparola Shop, la prima Shop Community italiana che da mesi sta rivoluzionando il modo di fare acquisti, a breve lancerà una importante novità a supporto degli imprenditori e premiante per i consumatori.

Uscire a mangiare una pizza o un panino. Andare in libreria e provare il piacere di toccare e di sfogliare un libro. Acquistare un prodotto direttamente dall’artigiano che l’ha realizzato. Tornare ai “veri” negozi, ai rapporti tra le persone. Scegliere di “vivere il proprio quartiere”. Per un’azienda questo è diventato molto di più di un semplice motto, ma una missione da perseguire ogni giorno, con forza e determinazione.

Parliamo di Passaparola Shop – progetto della Why Company – l’innovativa Shop Community italiana che, a pochi mesi dalla sua nascita, sta cambiando il modo di fare acquisti e si prepara a lanciare a brevissimo una grande novità in collaborazione con un importante player del settore. Lo scenario attuale degli acquisti online oggi Partiamo dai numeri. Lo sapevate che ogni 37 secondi viene effettuato un acquisto online? Secondo l’Osservatorio eCommerce B2C della School of Management del Politecnico di Milano, il valore dello shopping online in Italia nel 2019 sfiora i 31,6 miliardi di euro, in crescita del 15% rispetto al 2018. L’Osservatorio rivela che nel 2019 il valore degli acquisti online da smartphone costituisce il 40% degli acquisti totali, un valore che sfiora i 12,5 miliardi di euro, con un incremento del +33% rispetto al 2018. In poche parole lo smartphone diventerà il primo canale per le vendite online nel suo complesso tra il 2020 e il 2021.

Come nasce Passaparola Shop?
I negozi di vicinato non sono solo attività commerciali, ma il cuore pulsante delle comunità. Tengono vivi paesi e periferie. Farli chiudere è una sconfitta per la nostra economia e un danno per migliaia di lavoratori e di famiglie. Come si possono sostenere le piccole attività locali nella battaglia contro la GDO e le multinazionali del commercio online? Di quale supporto hanno bisogno i negozi di quartiere per poter andare avanti e non essere costretti a chiudere?
Sono proprio le riflessioni nate da queste domande che hanno portato Giona Serra – Owner e Founder di Passaparola Shop – ad una brillante intuizione: ripartire da quello che da sempre viene considerata l’anima del commercio, il passaparola.

Passaparola Shop è un sistema che premia imprenditori e consumatori offrendo loro la possibilità di guadagnare sfruttando il potere del passaparola. Ma non finisce qui. Accompagna le piccole e medie imprese nell’evoluzione digitale fornendo loro gli strumenti per competere con i colossi del mercato: app per smartphone, visibilità online, lead generation, geolocalizzazione dell’attività sulterritorio nazionale e molto altro. Le nuove sfide dei negozi di vicinato Dietro le intuizioni c’è anche l’esperienza, oltre a tanta perseveranza.

Il percorso professionale ha portato Giona Serra in viaggio in lungo e in largo per l’Italia, offrendogli la possibilità di raccogliere le ragioni e i sentimenti che animano i commercianti. Tante storie diverse ma tutte accomunate da tre esigenze: avere risposte concrete, acquisire nuovi clienti e fidelizzare quelli già attivi. Serra racconta di aver incontrato tanti imprenditori negli ultimi anni, in occasione delle sue consulenze, dai quali ha raccolto preziosi feedback e utili segnalazioni per arrivare ad avere una fotografia precisa di quella che oggi è la realtà dei piccoli e medi imprenditori in Italia. Si possono annoverare in due categorie: da una parte troviamo chi ha provato ad avvicinarsi al mondo digitale ma ne è rimasto deluso, fa fatica a dare nuovamente fiducia a questi nuovi strumenti. Dall’altro lato invece abbiamo chi ha bisogno di essere educato ad un approccio digitale, è incuriosito dalle potenzialità di questo mondo, ma li ha poco o mai utilizzati.

Cosa può fare Passaparola Shop per loro?
Rendere accessibili i nuovi strumenti digitali a tutti gli imprenditori, con soluzioni vantaggiose anche per chi non ha gli stessi budget delle grandi aziende, ma nello stesso tempo assicurando servizi personalizzati e orientati alla crescita del business. Come? Entrando a far parte di Passaparola Shop! Sarà sufficiente offrire un caffè al giorno alla propria partita iva per entrare a far parte della Shop Community e beneficiare dei suoi numerosissimi vantaggi. Tre sono i punti su cui Passaparola Shop si focalizza: Aumentare le interazioni attraverso la geolocalizzazione delle attività sul territorio; Acquisire nuovi clienti e rafforzare la loro fidelizzazione; Promuovere la vendita online dei negozi di quartiere.

La piattaforma di Passaparola Shop rappresenta un nuovo punto di incontro tra negozi di vicinato e consumatori, distogliendo questi ultimi da tutti gli acquisti fatti quotidianamente nei centri commerciali e online nei più famosi marketplace. Crea un nuovo modo di approcciare la vendita, un modo trasversale che guarda ogni cosa da diversi punti di vista per offrire efficaci soluzioni di business. Una nuova sfida per Passaparola Shop Il nuovo anno è iniziato con il botto per Passaparola Shop. L’innovativa Shop Community si prepara a lanciare nei primi giorni di febbraio, in collaborazione con un importante player, una novità destinata a fondere ulteriormente l’esperienza online con quella in negozio, ampliando i benefici sia per le attività che per i consumatori.

Da febbraio, con il lancio del nuovo progetto, all’interno di Passaparola Shop i consumatori avranno l’opportunità di guadagnare mentre fanno i loro acquisti giornalieri. Un sistema innovativo che da un lato premierà gli utenti mentre dall’altro porterà una ventata di ossigeno alle attività di quartiere. Se non l’hai ancora fatto, registrati sul sito passaparolashop e inizia a vivere il tuo quartiere!

fonte: Comunicato Stampa WHY Company

Blog su WordPress.com.

Su ↑