Un meraviglioso modo per rilassarsi? Colorare

La mente è qualcosa di unico, è il motore della nostra vita e dei nostri movimenti, delle scelte che facciamo e influisce sulla qualità della nostra vita.  Come scaricare lo stress: è una domanda che almeno una volta nella vita ci siamo fatti. Forse non esiste una risposta definitiva, ma tante e diverse.

Bisogna spegnerlo il cervello a volte, rilassarsi e godere di momenti tranquilli. Ne usciremo rinvigoriti e rigenerati, lo dice la scienza. Infatti numerosi studi autorevoli affermano che colorare attiva la creatività, attraverso alcune aree cerebrali. Infatti, ne è nata una tecnica vera e propria chiamata colorare lo stress.

I che modo ci liberiamo dall’ansia e dallo stress?

In base a quanto emerso da ricerche scientifiche, sembra che colorare attivi la coordinazione fra occhio e mano, favorendo l’inibizione del sistema emotivo, permettendoci quindi di scaricare lo stress.

Mentre coloriamo l’attenzione si focalizza sul movimento della mano e sull’azione vera e propria, distogliendoci da pensieri negative e preoccupazioni inutili. In negozi specializzati si trovano quaderni per colorare anche per adulti, con numerosi soggetti che vanno dalla vegetazione ai mandala, animali ecc. Molte persone hanno trovato giovamento con questa tecnica e sono riuscite a scaricare lo stress.

Quando facciamo qualcosa che ci gratifica e che ci diverte entriamo in un luogo dove ritroviamo il nostro io, permettendoci di prendere contatto con noi stessi. Troppo spesso, la vita ci porta a vivere ritmi frenetici e snervanti, senza che il cervello stacchi mai nemmeno per un secondo. Si tratta di una forma di meditazione, affermano i ricercatori, ed è proprio vero.

beaded-2137080_960_720

Carl G. Jung, psicologo è stato fra i primi ad utilizzare questa tecnica di rilassamento. Il medico ha usato i colori per curare lo stress dei pazienti, con vere e proprie sedute, simili a lezioni di Yoga o meditazione. Vi è molto di più nel colorare, oltre alla concentrazione che si sviluppa su una singola attività, vi è anche l’appagamento e la gratificazione di finire il progetto iniziato ed ottenere, quindi un risultato. Il famoso psicologo utilizzava i mandala per la scoperta dell’io più profondo. Se colorare si inserisce in un progetto di terapia guidata per ottenere dei risultati, in quel caso è giusto parlare di terapia.

I dubbi sul colorare per scaricare lo stress

Diciamo pure che, molti studi sono ancora in corso. Vi sono molti aspetti, molti dei quali legati anche alla scelta dei colori, la quale può dirci molto sul carattere, ma anche sullo stato dell’umore. Ad ogni modo è importante l’approccio, cioè come ci si avvicina alla colorazione, perché parliamo di colorare disegni già ben definiti. Per alcuni potrebbe anche diventare un’ossessione, per completare quanto prima la colorazione. Pareri discordanti ci sono anche per la definizione di “Arte creativa”; molti, ad esempio non sono daccordo con questa definizione, perché si riempie solo un disegno già fatto da qualcuno, per cui di creativo non c’è nulla.

E’ sempre bene stare molto alla larga da facili modi di dire e definizioni, come già detto è il modo con il quale ci avviciniamo all’attività di coloring che fa la differenza.

Se lo si fa da soli o in compagnia, vale la pena di avvicinarsi con animo sereno e con la volontà e la consapevolezza di voler passare ore di spensieratezza e di relax. Il risultato lo potremmo monitorare noi stessi, con un’attenta analisi sul nostro stato emotivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: