Emergenza Ucraina, beni confiscati alla criminalità da destinare all’accoglienza

Sul Ministero dell’Interno si legge la seguente nota: L’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata ha avviato il censimento dei beni confiscati in gestione che possono essere destinati in tempi brevi, anche in via temporanea, per accogliere i profughi dall’Ucraina è quanto ha dichiarato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Con la collaborazione delle prefetture – ha aggiunto la titolare del Viminale – l’Agenzia diretta dal prefetto Corda individuerà inoltre gli immobili trasferiti ai Comuni ma non ancora utilizzati, idonei per essere impiegati nell’ambito della rete di protezione e tutela messa in campo per fronteggiare l’emergenza umanitaria – ha concluso il ministro sottolineando come – è massimo l’impegno del ministero dell’Interno per dare risposte concrete a chi fugge dal teatro di guerra e soprattutto alle persone più fragili, come donne e bambini.

Altre misure messe in campo, in queste ore in Italia per l’accoglienza agli Ucraini; Covid Hotel in Puglia e agriturismo nel Salento sono pronti ad accogliere i rifugiati ucraini in arrivo nella Regione. I Comuni pugliesi saranno in rete e coordinati per organizzare la sistemazione dei profughi.

Trentino: Come si organizzano per l’accoglienza profughi Ucraini?

In Trentino continua l’accoglienza dei profughi ucraini ma anche il mantenimento delle misure di sicurezza anti covid sono importanti. Proprio sul tema è stata emanata un’ordinanza nazionale attraverso la quale vengono definite le disposizioni per l’accoglienza, il soccorso e l’assistenza alla popolazione ucraina.

Con l’emergenza Ucraina non bisogna però dimenticare l’Emergenza Covid. In Italia la classificazione avviene attraverso Decreti legge o Ordinanze del Ministro della Salute, in base ai dati e alle indicazioni della Cabina di regia. La situazione Covid alla data del 7 marzo 2022 è indicata nell’immagine in calce.

Situazione Covid-19 aggiornata al 7 marzo 2022

Fonte: Ministero dell’Interno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: