Strategie Social Media

Quali sono le strategie social più importanti e quali Social seguire

Social Media Manager chi è e cosa fa? 

I social media sono entrati prepotentemente da moltissimi anni nella vita di tutti i giorni, e rappresentano per alcuni uno svago, un modo per restare in contatto con gli amici, uno strumento per connettersi con il mondo, con ciò che succede intorno a noi.

Molte aziende e professionisti basano il business proprio sui social, se oggi un impresa non è connessa, se non ha una pagina facebook,  se non posta foto su Instagram e non twitta non esiste.

Corsi di Social Media Manager

Conviene seguire un corso per Social Media Manager? Precisiamo prima quali sono le competenze di un Social Media Manager:

  • gestire la Brand reputation;
  • occuparsi della comunicazione on line;
  • postare contenuti interessanti;
  • postare foto, immagini, video inserendo descrizioni e # giusti

Seguire uno di tanti corsi per Social Media può servire, ma non è indispensabile se poi le vere competenze si acquisiscono sul campo. Indubbiamente in aula si impara molto più in fretta e un numero maggiore di cose, per cui se si riesce a trovare un buon corso è sempre utile frequentarlo, da preferire quelli in aula e solo se non si trova nulla nelle vicinanze si può pensare ad un corso on line.

Gli scopi del social media business:

Lo scopo principale della presenza sui social è quello di aumentare il traffico verso il sito web e fidelizzare i clienti; altra cosa importantissima è quella di creare una Community, ovvero un gruppo di persone che mette like ai post e commenta, che invia messaggi, che chiede informazioni e consigli e per questo ci vuole tempo, pazienza e tanta passione, e queste cose nessuna scuola le insegna.

laptop-4785087_1920

Come si crea una Community?

Da alcuni anni i social sono cresciuti di numero, un brand (Impresa, Professionista, Artista ecc. ) deve però scegliere uno massimo tre social sui quali essere più presenti, anche se è consigliabile stare su tutti. Le parole chiave per creare una Community attorno ad un Brand sono: Interazione, confronto e conversazione. Chiaro è che le interazioni sono fondamentali, vale a dire scambi di opinioni attraverso i commenti ai post. Il meccanismo da innescare è semplice: dopo aver scritto un post interessante, con una buona descrizione, una foto o un video oppure un link (una cosa non esclude l’altra), basterà rispondere alle domande o alle riflessioni degli utenti, incoraggiando una conversazione costruttiva. Le interazioni non sono fatte solo da like ma soprattutto da commenti, che possono spronare altri a rispondere, creando in questo modo un dialogo intorno all’argomento.

Molto importante è utilizzare tutti gli strumenti che facebook mette a disposizione per creare un post:

  • sondaggi per attirare il pubblico e creare conversazioni
  • Mettere in evidenza un post per sponsorizzare un argomento
  • Video party per creare più interazioni sui contenuti visual

Per gestire una pagina è necessario però mettere a punto una strategia e un piano per le pubblicazioni, sarebbe ideale creare un calendario editoriale nel quale stabilire post quotidiani. Sia per i profili sia per le pagine è consigliabile pubblicare almeno un post al giorno. I video sono il contenuto più visualizzato in assoluto, soprattutto le dirette facebook creano molto community.

Altri ingredienti per gestire pagine di successo sono la costanza, ogni giorno deve essere fatta un’azione più o meno grande e/o importante, ma bisogna far sentire la propria presenza, insomma bisogna esserci in qualsiasi modo, ciò vale sia per i profili personali sia per le pagine e i gruppi.

I fan di una pagina devono essere persone interessate al brand o ad un argomento, per cui è importante costruire un target ideale al quale rivolgersi. Il secondo passo sarà quello di creare il linguaggio giusto per arrivare a quel target e catturarne l’attenzione, per cui tutto va bene: curiosità da condividere ma anche solo un pensiero o un concetto. I post più interessanti o divertenti e ritenuti utili vengono postati dagli utenti sulle loro bacheche e questo aiuta a renderli virali.

Uno strumento da non sottovalutare è quello di acquistare pubblicità su facebook attraverso la sponsorizzazione di alcuni post, per un periodo limitato. La sponsorizzazione dà la possibilità di monitorare i risultati, analizzando quante persone hanno visto il post, quanti hanno interagito, in modo da poter programmare gli step successivi. Quando si gestisce una pagina di un blog o sito o brand in generale, è anche importante esporsi in prima persona, nel senso che il giornalista o professionista o imprenditore che sta dietro a quel brand, anche se non frequentemente deve farsi vedere, è importante che i fan sappiano chi c’è dietro ad un marchio.

Come aumentare i like alle pagine

Esistono molte Web Agency che offrono servizi a pagamento di interazioni e incremento di Mipiace alle pagine. Inizialmente è anche  possibile ricorrere a qualche servizio del genere, ma con le dovute precauzioni. Molte agenzie offrono like a poco prezzo, ma questi derivano da profili stranieri o fake. Fare questo tipo di operazione non ha molto senso, meglio chiedere like ad amici e conoscenti o sui gruppi di scambio like. Alcuni freelance che operano nel campo dei media, ad esempio hanno di solito un giro di collaboratori, e rivolgersi a persone reali ha invece più senso; in pratica meglio ricevere 50 like da persone reali , che 1000 da profili fasulli o stranieri, che non servono proprio a nulla.

Creare una Community Social: Avere un progetto chiaro

Uno degli strumenti per una Community è la creazione di un gruppo (ma non è il solo strumento). In primo luogo bisogna porsi alcune fondamentali domande:

  • A cosa servirà la Community
  • Argomento/Argomenti di cui parlare
  • Target al quale si rivolge

Lo scopo di una Community è quella di creare principalmente interesse intorno ad un brand, ad un sito o a un blog. La primissima cosa da stabilire, quindi è a cosa serve la Community: dialogo, commenti , confronti, informazioni, curiosità.

Il secondo Step è quello di stabilire l’argomento o gli argomenti che si vogliono trattare.

Infine, bisogna aggiungere membri al gruppo o invitare persone ad iscriversi alla pagina e questa operazione bisogna farla tenendo conto dello scopo della Community e dell’argomento trattato, quindi bisogna inserire persone interessate, perché il successo di una Community deriva dalle interazione e dalla partecipazione dei membri, non dal loro numero.

Una Community si trova su

  • gruppo
  • pagina
  • profilo

Le più comuni azioni da seguire per rendere viva la community sono postare almeno una volta al giorno, sui principali social. Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn. Partecipare quotidianamente a un paio di gruppi, commentando i post, inserire like a pagine collegate; su Instagram postare almeno una foto al giorno con tag appropriati, seguire almeno 10 persone al giorno, commentare almeno 5 foto al giorno edi fondamentale importanza inserire il link del proprio sito all’interno del profilo Instagram.

Ultimo consiglio è quello di fa sì che persone condividano i nostri contenuti e per ottenere questo risultato c’è una sola regola: scrivere post interessanti. 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: