L’appello di Greepeace alla presidente della Commissione Ue

La Pandemia ha rimesso al centro dell'attenzione un tema di grande interesse: l'ambiente e i cambiamenti climatici. In Europa si decidono le politiche che riguardano i territori, ed è qui che bisogna avere le idee chiare e dirigere la politica verso scelte responsabili e consapevoli.   Il direttore di Greenpeace Europa Jorgo Riss, in un appello, si rivolge direttamente alla presidente della Commissione Ue:  "Invece di distribuire denaro indiscriminatamente, anche alle industrie inquinanti", la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen "dovrebbe concentrarsi sul benessere sociale e ambientale, sulla trasformazione economica e sugli investimenti in settori con un'occupazione a prova di futuro". Come non condividere? Chi inquina e ha inquinato deve pagare, non ricevere aiuti, l'Europa non deve commettere errori di questo tipo, altrimenti non ci saranno mai i presupposti per cambiare realmente le cose. Chi inquina deve essere discriminato, penalizzato e deve smettere di inquinare. 

Perché siamo stati costretti a restare a casa?

Dopo circa un mese di quarantena (per alcuni dura da più tempo) qualcuno potrebbe iniziare a porsi domande più che legittime. Ci è stato chiesto di stare a casa, facendo appello al senso di responsabilità, come avviene sempre per le emergenze e le crisi economiche o in tutti quei casi nei quali si ha l’impressione che a pagare saremo sempre noi cittadini. A noi italiani ci viene chiesto di avere pazienza e di fare sacrifici, ma facendo due conti, i conti non tornano

Blog su WordPress.com.

Su ↑