È tempo di far morire l’industria dei combustibili fossili

Un bellissimo articolo di Ilana Cohen, apparso il 22 aprile 2020 sul Guardian spiega perché è il momento di far morire l’industria dei combustibili, per salvare la gente comune. 

Nella giornata inaugurale della Terra, gli americani hanno inondato strade e campus universitari per incanalare le loro paure, desideri, speranze e desideri nella loro visione per un futuro migliore. In tutti questi anni, non abbiamo ascoltato la loro chiamata – così esordisce l’articolo.

I futures sul petrolio sono diventati negativi per la prima volta nella storia. Questo incidente sottolinea solo l’instabilità intrinseca dell’economia del carbonio e la necessità di creare un futuro più stabile. Dobbiamo districare la nostra società dai combustibili fossili e far morire l’industria. 

In questo momento, nel bel mezzo della pandemia di Covid-19 e di un’emergenza climatica, abbiamo un’opportunità senza precedenti per farlo: un imperativo finanziario unico per spingere per il cambiamento sistemico necessario per proteggere il nostro pianeta e le nostre comunità.

Per decenni, le società di combustibili fossili hanno bruciato riserve di carbonio a spese dei consumatori quotidiani. Sostenuti da pubblici ufficiali incentrati sul profitto e avidi finanzieri di Wall Street, hanno prosperato anche se il loro prodotto principale è un rischio morale e finanziario senza pari. Ora, mentre Covid-19 scuote il mondo nel rendersi conto della profondità della sua dipendenza dal petrolio, stiamo vedendo quanto sia destabilizzante questa dipendenza dai combustibili fossili.

La Harvard University,  nonostante vanti una dotazione pre-pandemica di oltre $ 40 miliardi, nelle ultime settimane si è rivolta verso politiche di austerità: attuare congelamenti delle assunzioni , in calo per soddisfare le più ampie richieste di aiuti della comunità e rifiutarsi di garantire la retribuzione per alcuni lavoratori . La scusa di Harvard per questo comportamento? Le perdite di mercato hanno significativamente ridotto le sue partecipazioni, creando, secondo le parole del presidente  Harvard Larry Bacow, “una minore capacità di supportare le nostre operazioni esistenti”.

Questa pressione non è in gran parte dovuta ai suoi investimenti insostenibili: calcoli approssimativi suggeriscono che Harvard potrebbe aver perso 700 milioni di dollari solo attraverso le sue riserve di combustibili fossili. Questo è semplicemente un sintomo di legami istituzionali più ampi, incluso un  fiduciario che funge anche da miglior avvocato di Exxon .

piattaforma petrolifera
combustibili

È chiaro che dobbiamo porre fine all’economia dei combustibili fossili e sostituirla con una costruita con la sostenibilità ambientale e l’equità sociale come principi fondamentali. Il raggiungimento di questo obiettivo richiede l’innovazione e la leadership delle nostre istituzioni educative, governative e finanziarie.

In questo momento critico della storia, l’industria dei combustibili fossili si sta mobilitando per rimanere parte del nostro tessuto sociale per molto tempo ancora. 

O gli diamo i salvataggi, il benessere aziendale e gli investimenti di cui ha bisogno per continuare gli affari o cogliamo questo momento per creare un futuro migliore.

Se supereremo i potenti interessi speciali e realizzeremo grandi azioni per il clima, faremo sì che l’industria dei combustibili fossili muoia ora. L’invito all’azione è chiaro: a tutti i nostri funzionari eletti, salvare le persone piuttosto che il petrolio. Investiamo in un futuro giusto e stabile piuttosto che nell’industria che distrugge il nostro pianeta.

Lunedì, il petrolio stava praticamente chiedendo di essere lasciato nel sottosuolo – lasciamolo lì, sepolto, insieme alla nostra dipendenza sociale dai combustibili fossili. Facciamo il 50 ° anniversario della Giornata della Terra il giorno in cui ci impegniamo in un sistema più giusto e stabile, e non guardiamo mai più indietro.

fonte: Ilana Cohen – The Guardian

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: