Un modo intelligente per fare la spesa: Chi è il padrone?

A volte basta un’intuizione – L’esperimento arriva dalla Francia e ha avuto un successo che è andato oltre ogni rosea previsione. Questo perché quando si chiede alle persone di contribuire per una giusta causa i risultati arrivano.

L’esperimento che può rendere più giusti i prezzi al supermercato

La marca del consumatore ha registrato nel paese dove è nata quattordici milioni di clienti, 33 referenze di prodotti e la presenza fissa in gran parte dei supermercati. Partito dal basso questo brand senza alcuna campagna pubblicitaria o di marketing, ma semplicemente con il passaparola e un uso intelligente dei social ha conquistato grandi fette del mercato francese. La marca è C’est qui le patron?” – Chi è il padrone? 

Il latte è diventato il prodotto più venduto in assoluto, sono seguiti poi altri prodotti. L’idea che Nicolas Chabanne  ha avuto nel 2016 ha rivoluzionato il modo di fare la spesa e cambiato in un certo senso il concetto di filiera agroalimentare e di consumo. 

Come funziona?

Attraverso un questionario online, le persone indicano le modalità di produzione preferite per determinati prodotti. Gli stessi consumatori stringono un patto con i produttori, ai quali chiedono qualità del prodotto in cambio di un prezzo giusto e bloccato per tre anni, come indicato sulle confezioni. Il fenomeno si sta diffondendo in altri paesi e in Italia il 25 giugno arriveranno le prime confezioni di pasta con la marca del consumatore nei punti vendita Carrefour.

Come è nata l’idea?

Siamo nel pieno di una delle crisi del latte e molti produttori si erano perfino tolti la vita. Chabanne ha interpellato i consorzi per indagare su quale sarebbe stato il prezzo per salvare i produttori dal fallimento. Attraverso un semplice ragionamento si è capito che bastavano appena 8 centesimi in più al litro per far passare i produttori dalla crisi più nera ad un reddito dignitoso. Il passaggio successivo è stato ancora più semplice, è stata rivolta una domanda ai consumatori: Siete disposti a spendere otto centesimi in più per un prodotto che remunera il giusto i produttori?” 

Aprire qui una parentesi è doveroso. Molti consumatori, forse non si chiedono il motivo di offerte sottocosto oppure di prodotti con prezzi bassi. Si tratta indubbiamente di una strategia di marketing: offrire prodotti a un costo basso. Bisognerebbe, però chiedersi come mai quel prezzo è così basso, da dove arriva il prodotto, qual’è la filiera. Spesso dietro costi bassi e offerte ci sono tantissime cose occulte, che i consumatori ignorano e che riguardano ambiente, produttori, imposizioni e talvolta anche mafie. 

L’ideatore francese di questa semplice equazione non ama parlare di rivoluzione, ma semplicemente di evoluzione, molto spesso senza rendercene conto ritorniamo indietro. Bisogna, invece evolversi, e questo è l’esempio lampante di come 8 centesimi possono salvare qualcuno e garantirci un ottimo prodotto, e anche di come si può vivere senza asfissianti campagne pubblicitarie ma usando in modo intelligente i social e le relazioni. 

Si è tanto parlato di consumi intelligenti, e oggi è più che mai necessaria un’evoluzione che salvaguardi l’ambiente e i territori, un consumo consapevole che non faccia cadere in crisi tutto il sistema. Molti consumatori da tempo questo lo hanno compreso, e per questo motivo sono attenti a ciò che portano in tavola, consultano le etichette, evitano le plastiche, l’uso delle auto e così via. Ormai è chiaro, che acquistare senza un criterio, senza sapere da dove arriva un prodotto e  che percorso ha fatto non danneggia solo noi stessi, ma anche chi ci circonda e soprattutto il pianeta. Il creatore di questo sistema non è un genio, ha semplicemente avuto fiducia nelle persone, con la certezza di non rivolgersi semplicemente a dei numeri ma a esseri umani in carne ed ossa, che hanno a cuore le sorti dell’umanità.

la marca del consumatore
spesa sostenibile

La marca del consumatore in Italia

In Italia è possibile già sostenere il progetto La marca del consumatore aderend all’iniziativa sul sito web La marca del consumatore  – Qui i consumatori creano i loro prodotti. Dal sito già è possibile votare i prodotti o proporne di nuovi.

Sul sito web lamarcadelconsumatore si legge:

Una marca che propone unicamente dei prodotti buoni, sani e responsabili; Il successo della commercializzazione dei prodotti  Chi è il padrone?!  è garantito dalla partecipazione dei consumatori, che con le loro risposte ai questionari, definiscono i criteri delle schede tecniche dei  prodotti da immettere sul mercato per la commercializzazione.

I prodotti una volta convalidati, verranno prodotti da aziende partner ( grandi-piccole) da noi scelte, che dovranno rispettare i valori di sostenibilità e le schede tecniche dei prodotti da noi creati.

I costi pubblicitari saranno sostituiti da una comunicazione di rete, che consentirà notevoli risparmi sul prezzo di vendita consigliato.

La tacciabilità totale della produzione e la composizione dei prodotti ci assicureranno una costante e duratura garanzia di cibo.

Creando i nostri prodotti, controlleremo ogni fase del ciclo produttivo, dalla produzione, trasformazione e commercializzazione.

Rispetteremo la natura, il benessere degli animali, e il giusto prezzo  ai produttori.

Tutti i prodotti saranno direttamente  commercializzati  a marchio Chi è il padrone?! La marca del consumatore, dalle aziende di produzione  scelte da noi.

Sul sito già c’è la schede del primo prodotto italiano, la pasta in vendita dal prossimo 25 giugno – Le caratteristiche sono specificate una ad una e vanno dall’origine del grano al metodo di trafilatura, al sostegno per l’agricoltura biologica. In più questa pasta sostiene anche le famiglie in condizione di fragilità economica con 1 centesimo/kg.

In più i consumatori possono conoscere il produttore. Il primo prodotto italiano con il marchio lamarcadelconsumatore è stato creato da 3558 consumatori.

Chi è il padrone?  Siamo noi, che forse non possiamo decidere tutto, ma abbiamo potere su tanto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: