Creare valore aggiunto e valore immobiliare

Stiamo vivendo in un’epoca che difficilmente sarà dimenticata, e questo vale anche per il settore immobiliare. La pandemia ha fatto tremare tutto, in particolar modo l’economia, causando il crollo di molti mercati, e ha creato un’instabilità generalizzata. Il mercato immobiliare non è rimasto fuori da questa crisi.

Per il bene del Paese bisognerà lavorare proprio sull’economia, e in particolare creare valore immobiliare può generare un grande impatto positivo sia dal punto di vista economico che sociale. In un periodo di crisi, vi sono tante opportunità per aggiungere valore al proprio patrimonio sia a quello finanziario sia immobiliare.

Come creare valore aggiunto in tempo di crisi

La sfida per manager e imprenditori è ambiziosa, ma la storia ci insegna come la tenacia e la competenza ripaghino ogni sforzo fatto, anche quando tutto sembra disperdersi.

Ogni azione finalizzata a creare un impatto positivo nel settore economico, in quello sociale e nella brand awareness (grado di conoscenza di un marchio da parte dei consumatori; indica inoltre la capacità di ricordarlo e collegarlo ai suoi prodotti o servizi.) è un ottimo motivo per valorizzare l’intero comparto real estate.

Tutti i progetti in ambito retail, residenziale e logistico sono destinati a essere utilizzati dall’uomo che deve essere posto al centro di questa sfida.

Un’idea per accrescere il valore immobiliare potrebbe riguardare ad esempio l’installazione di strumenti domotici nelle abitazioni (creando valore dal punto di vista sociale per una questione di risparmio di tempo). Oppure l’installazione di pannelli fotovoltaici e solari per una creazione di valore a livello economico (per il risparmio del consumo di energia), sociale e ambientale (perché si tratta di un prodotto eco-sostenibile). Molti imprenditori o semplici proprietari di casa, stanno approfittando proprio adesso del bonus ristrutturazione 110% messo in campo dal governo, per modernizzare le proprie abitazioni e aggiungere valore agli immobili. Un’occasione da non perdere.

Ci sono tantissimi altri modi per creare valore immobiliare ed è utile rivolgersi soprattutto alla qualità di vita che un bene immobiliare è in grado di offrire. Non dimentichiamo che con la pandemia sono cambiate le esigenze legate al modo di vivere le abitazioni. Si cercano, infatti, immobili con più spazi da destinare al lavoro e allo studio, case più accoglienti e con buone classi di efficienza energetica.

Lo Smart Working, inoltre ha visto intere categorie lavorative adeguarsi a nuove esigenze. Infatti, il fenomeno della fuga nei borghi o in località più tranquille per lavorare è una tendenza, che cambierà radicalmente lo stile di vita di ciascuno. Per questo e per tanti altri motivi, il settore immobiliare è destinato a mutare, e oggi vince solo, chi è lungimirante. Le opportunità sono oltre che abitative, anche di investimento, infatti, acquistare un immobile che si presta a diverse esigenze potrebbe rivelarsi un ottimo affare nel futuro. Per fare un esempio, esistono alcune soluzioni nei borghi, che offrono buoni rendimenti, oppure alcune località in Toscana, dove si trovano ville di lusso con tutti i comfort. Acquistare ville in Toscana, ad esempio, offre grosse potenzialità. Molto spesso le ville sono prese in affitto anche settimanalmente da gruppi di persone anche con otto o dieci componenti, per cui non è difficile trovare qualcuno che sia disponibile per una vacanza o per periodi più lunghi. Sul web la tendenza è evidente, molti siti sono pieni di annunci di chi intende affittare e anche vendere ville in Toscana o in altre parti d’Italia. Zone come la Maremma o la Versilia godono di un clima mite, grazie alla vicinanza con il mare e la vegetazione, la natura offre condizioni vantaggiose già in fatto di risparmio energetico, tanto che interventi in questo senso, su queste zone, potranno essere pochi o praticamente nulli.

Il valore si crea in ogni tipologia di mercato e non solo in quello immobiliare ed è importante che la sua creazione non si basi solo sull’incremento del capitale (e quindi solo sull’aspetto economico), ma che costituisca un valore che cresca nel tempo. L’investitore oculato, infatti, è colui che è lungimirante e vede opportunità nel medio-lungo termine.

Andamento del mercato immobiliare

Il mercato immobiliare è un settore molto delicato, che subisce l’influenza di diversi fattori. A settembre 2020 gli immobili residenziali avevano registrato un aumento dello 0,32. L’impatto della pandemia sul settore immobiliare è ancora in fase di valutazione da parte degli esperti. Le tendenze verso il green, gli spostamenti, lo smart living e la sostenibilità influenzeranno non poco il mercato immobiliare.

Il valore dell’immobile deve soprattutto essere in grado di fornire un servizio che offre dei vantaggi all’utilizzatore e più in generale alla comunità. L’economia e il sociale sono due settori che sotto questo punto di vista devono andare avanti in egual modo, che oggi si integrano e si compensano. L’economia del capitale e del profitto sta cedendo il passo a un’economia alternativa, dove al centro si pone il cittadino, con le sue problematiche e le sue esigenze.

Per capire come creare valore immobiliare, immaginiamo un progetto dove l’uomo è l’attore principale e tutto deve essere realizzato a sua misura per migliorarne la qualità di vita: la realizzazione degli immobili residenziali, commerciali, logistici e alberghieri dovrà mirare alla creazione di comfort e all’abbattimento di qualsiasi tipo di barriera e ostacolo.

Gli strumenti domotici permettono a un immobile di diventare Smart. Grazie agli elettrodomestici connessi, alle tv e luci da impostare in remoto, ad allarmi intelligenti ecc. il valore immobiliare va a coincidere con il valore sociale. In una Smart casa i tempi dei lavori domestici sono programmati e semplificati, con risparmio di energia e tempi.

Trasformare un immobile in una Smart casa non è l’unico modo per creare valore immobiliare, dal punto di vista economico, invece, sarà utile rimettere in sesto unità e edifici abbandonati. Ristrutturando vecchi immobili e destinandoli a un uso collettivo o per servizi utili ai cittadini, si potrà accrescere il valore di una città.  

Nel real estate aumentando il valore economico automaticamente aumenta anche il valore sociale: da qui si capisce che i due settori sono due rette parallele che avanzano in contemporanea.

Per concludere ripetiamo come sia importante fornire servizi e riqualificare aree abbandonate per creare valore immobiliare, quest’ultimo è la ricchezza economica e sociale che migliora la qualità di vita delle persone.

a cura di Domenico Amicuzi Professionista Immobiliare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: