Evoluzione del Covid: La virulenza dipende da noi

Il virus è una piccolissima forma di vita, che si evolve e la pericolosità dipende dagli ostacoli che incontra. Il Covid con il tempo subirà un mutamento, adattandosi e diventando meno virulento, bisogna accelerare questo processo con il contenimento.

Far circolare più o meno liberamente il virus che causa il Covid-19 è pericoloso non solo perché rischia di travolgere gli ospedali e quindi di mettere in pericolo vite inutilmente, ma anche perché potrebbe ritardare l’evoluzione del virus in una forma più benigna oppure potenzialmente anche renderlo più letale – è quanto spiega un articolo apparso su TheGuardian.

All’interno di qualsiasi popolazione esiste una variazione genetica. I virus non sono diversi. Alcune versioni del virus saranno leggermente più pericolose per la salute umana – più virulente – altre meno. Se le condizioni sono giuste, quelle leggermente più virulente inizieranno a predominare e causeranno più danni.

Un patogeno, o organismo che causa la malattia, non “vuole” uccidere il suo ospite. Il suo unico obiettivo evolutivo è sopravvivere e riprodursi, e se deve uccidere per raggiungere tale scopo, allora così sia. Causa danni perché ha bisogno del macchinario cellulare del suo ospite per replicarsi e trasmettersi a un nuovo ospite. Ci sentiamo male perché sta assorbendo le nostre risorse corporee, a causa della nostra stessa risposta immunitaria.

Come bisogna comportarsi per far sì che il Covid si trasformi in una forma più lieve

Bisogna mettere ostacoli sulla sua strada, sotto forma di misure di contenimento, vaccini e, infine, immunità di gregge. Sebbene l’ospite e il patogeno si adattino all’infinito l’uno con l’altro, un nuovo virus altamente virulento che incontra questi blocchi stradali si evolverà per diventare meno virulento più velocemente, in modo che non muoia prima di trovare nuovi ospiti sensibili.

Alcuni virus possono sopravvivere temporaneamente al di fuori del corpo umano, ad esempio sulle superfici e nell’aria. Ciò li rende meno dipendenti dagli ospiti per la diffusione e aiuta a determinare il livello di virulenza. Il virus che causa il Covid-19, Sars-CoV-2, dura quanto il virus dell’influenza al di fuori di un ospite vivente, il che porta il Prof. Ewald a sospettare che si stia dirigendo verso un livello di virulenza paragonabile a quello dell’influenza stagionale. L’influenza stagionale causa in media un decesso ogni 1.000 persone infette. Sars-CoV-2 sta uccidendo a circa 10 volte in più al momento.

È troppo presto per interpretare i dati sul Covid-19, in parte perché nessuno sa quante persone siano state infettate – e ci sono molti altri fattori nel mix, come il profilo di età mutevole della popolazione dei pazienti e il miglioramento delle cure – ma già è possibile vedere l’evoluzione virale nei tassi di mortalità in calo.

“Se investiamo in misure come la quarantena, stiamo favorendo i ceppi virali più miti, tanto che le persone non sanno di essere malate”, dice Ewald. La sua collega dell’Università di Louisville, la biologa Holly Swain Ewald, ha affermato che tali misure sono fattori chiave per la riduzione della virulenza. Proteggere le persone attraverso misure di salute pubblica ci fa guadagnare tempo, rimandando il momento del contagio per le persone fino a quando la malattia non diventa meno violenta. Ciò potrebbe fare un’enorme differenza per tutte quelle persone nel mondo che non hanno accesso a un’assistenza sanitaria adeguata.

La palla è nel nostro campo, in larga misura. Abbiamo voce in capitolo su quanto tempo dura questa pandemia e quante persone muoiono. La cosa fondamentale da capire è che non siamo spettatori passivi; formiamo il virus così come forma noi. Alla fine, il Covid-19 non sarà peggiore dell’influenza, o forse anche del comune raffreddore causato da uno del suo ceppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: