Ripartono arte e aste, in espansione le opere d’arte digitali

Dopo l’anno di Pandemia e lockdown trascorso ritornano gli eventi in presenza. Ripartenza, dunque, anche per l’arte e per il settore aste. A inizio novembre  a New York si è tenuta una delle vendite all’asta più importanti, la collezione Macklowe, che ha totalizzato 676 milioni di dollari, andando oltre le stime.

Macklowe e la moglie dopo il divorzio hanno dato avvio alla dispersione della raccolta di opere del XX e XXI secolo. Ma le vendite riguardano anche Frida Kahlo e le case d’asta ripartono alla grande.

Il business in espansione è quello delle opere d’arte digitali. Alcuni artisti hanno recentemente venduto più di 50 milioni di loro opere come “Beeple” o “Human One” battuto da Christies.

Noah Davis, Vicepresidente associato di Christie’s  spiega che siamo entrati in modalità go West. È iniziata una vera e propria corsa all’oro, dopo il periodo di lockdown. La rivoluzione dei – Non fungible token –  ovvero dell’arte digitale farà la differenza anche nel settore artistico.  

La rivoluzione dei Non fungible token

Che cos’è un Nft? In poche parole è un gettone digitale salvato su blockchain che dimostra inequivocabilmente come il possessore di questo gettone sia anche la persona che possiede l’opera digitale a esso collegata.

Stando ad alcuni critici ed esperti del settore al giorno d’oggi un’opera di pittura classica o tradizionale può valere meno di certe opere digitali. Intanto con le vendite che sono partite il 15 novembre le due principali case d’aste potrebbero intascare ciascuna la modica cifra di 1 miliardo di dollari. Le case d’asta si stanno adeguando alla nuova tendenza.

Come funziona la vendita di opere digitali?

La tecnologia che permette di vendere e acquistare opere d’arte digitali è quella che è alla base del sistema blockchain. Tale sistema permette di firmare file digitali che non possono  essere replicati, consentendo di vendere come pezzi unici anche opere diffuse online come i meme.

Il movimento attraverso cui è possibile fare ciò si chiama crypto arte.

Dove acquistare e vendere opere d’arte digitali? I marketplace, le gallerie d’arte digitale, esiste perfino il sito dove ottenere prestiti grazie agli nft: il web cavalca il fenomeno dei token non fungibili. Già da alcuni anni sono presenti sul web decine di siti e piattaforme diverse dagli usi più inediti. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: