Difendere il pianeta e ridurre i costi con Greenpeace

Aumento prezzo del gas e inflazione, cresce anche la carta per produrre libri e tutti i prodotti di prima necessità. Esiste un’altra economia e uno stile di vita diverso che ci restituisca dignità?

Un diario e quaderni scolastici per tutte le classi, realizzati in Italia con carta 100% riciclata e inchiostri vegetali, per un ritorno a scuola più green che mai. È la proposta di Greenpeace Italia per ispirare i più giovani alla difesa della natura attraverso il racconto di oltre 50 anni di campagne ambientaliste. “Il futuro è nelle mani dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze: siamo felici di accompagnarli negli anni più importanti della loro crescita, stimolarli alla ricerca della bellezza della natura, al rispetto dell’ambiente e al pensiero critico e costruttivo”, afferma l’associazione ambientalista.

Il diario di Greenpeace è una raccolta di testi e immagini originali per viaggiare intorno al mondo, dall’Amazzonia all’Indonesia, dalle grandi capitali ai luoghi più remoti del pianeta, con due giochi per la classe e una copertina rigida rilegata in filorefe. Una linea per la scuola che consente non solo di salvaguardare gli alberi, ma che aiuta a difendere l’ambiente. I proventi permetteranno a Greenpeace – che per tutelare la sua indipendenza non accetta finanziamenti da aziende e governi – di portare avanti con determinazione le sue battaglie per le foreste e gli oceani, l’agricoltura sostenibile, le energie pulite, contro il cambiamento climatico e l’inquinamento.

Greenpeace è un’organizzazione globale indipendente che da oltre 50 anni sviluppa campagne per proteggere l’ambiente e promuovere un futuro verde e di pace. Nata nel 1971 in Canada, è attiva in Italia dal 1986 e ha uffici in più di 55 Paesi. Può contare su 3 milioni di sostenitori in tutto il mondo, ai quali si aggiungono attivisti, cyberattivisti, ricercatori e alleati della società civile. 

Crisi economica: La nuova emergenza

Le aperture di tutti i Tg ormai sono uguali. Salita del prezzo del gas alle stelle e conseguente inflazione, cosa accadrà a ottobre? E questo inverno? Il governo sta studiando nuove strategie e la Campagna elettorale ha argomenti interessanti da proporre.

Le parole di Simone Perotti scritte in un post hanno un suono e un significato diverso oggi. Lui, un esponente di quella decrescita felice adottata da tanti, lui ne ha fatto il suo stile di vita. Ma esiste un solo modo di vivere? Quello del consumismo sfrenato e del tutto è necessario? Esisto solo il lusso, lo sfarzo, le cose?

Leggo che in autunno si vogliono tenere i riscaldamenti più bassi, e anzi, impedire per legge che si vada oltre una certa soglia di ore e di temperature. Per risparmiare. Perché il gas costa troppo.

Dunque fino a oggi, nonostante l’emergenza ambientale da allarme rosso, nonostante l’evidente bisogno di risparmio di tutti, non si poteva fare. Mentre oggi, costretti dal caro bollette, sìScrive lo scrittore sui Social

Quindici anni fa scrivevo che bisogna mettersi un maglione in più, d’inverno, non alzare il termostato; che è folle avere 28 gradi in una casa, noi ne abbiamo 18, e vicino alla stufa 38; che le fonti energetiche da utilizzare sono altre; che le economie di cui disponiamo sono enormi; che c’è libertà e dignità nella vita “in povertà”. Non ne scrivevo soltanto, praticavo già questa e cento altre buone metodiche per abbattere l’inquinamento, per ridurre i propri costi, per vivere in modo più sano, naturale, autonomo, svincolato. Libero.

Quando la smettiamo di vivere applicando pedissequamente “lo schema”? Quando lo mettiamo in crisi pensando, ragionando, analizzando, scegliendo? Quando ci decidiamo a vivere in modo autentico, libero? Quando prendiamo in mano il timone?

È così necessario vivere come il somaro, a testa bassa, che corregge la direzione solo quando riceve una scudisciata sulle orecchie? Possiamo fare qualcosa di meglio? Così, anche solo per dignità – Queste le parole di Simone Perotti affidate al web qualche giorno fa, parole sulle quali è necessario soffermarsi e riflettere, se non per altro, per dignità – come lui stesso afferma.

Forse è arrivata l’ora di cambiare un po’, di esempi in giro ce ne sono tanti, qualche lettura può aiutare, come – Scacco alla crisi – un ebook con consigli utili, su cui costruire una propria economia basata su scelte intelligenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: