Cambiamenti climatici e Pandemia: Cosa cambierebbe con la presidenza Biden

Tutto il mondo sta guardando alle elezioni americane; la più grande democrazia del mondo si prepara ad una sfida importante sotto tutti i punti di vista. Il momento storico è quello che è, e per questo sale la consapevolezza di quanto siano importanti alcune scelte.

“Ci troviamo di fronte a una crisi nazionale diversa da qualsiasi altra a cui abbiamo assistito”, afferma una dichiarazione di preoccupazione sullo stato della democrazia nel paese, redatta da scienziati statunitensi e firmata da oltre 3.400 sostenitori in risposta alla leadership di Trump.

Cosa accadrà nel mondo dopo le elezioni americane

La rivista scientifica Nature ha intervistato gli attuali consiglieri di Joe Biden, a poco più di un mese dalle elezioni americane, per poter fare un’analisi politica sulle azioni che il presidente degli Stati Uniti potrebbe avviare su temi cruciali (se venisse eletto). Dalla nuova presidenza americana dipenderanno tante questioni scientifiche che preoccupano gli esperti: la questione climatica, la Pandemia da Coronavirus e la continua disinformazione su temi importanti.

Se Biden vince le elezioni del 3 novembre, erediterà non solo un paese in preda a una pandemia che ha distrutto vite e mezzi di sussistenza, ma anche uno in cui l’opinione pubblica è profondamente divisa sulla reale portata dell’epidemia di coronavirus e sulle misure adottate. Biden erediterebbe anche una risposta pandemica casuale, dicono i ricercatori: mancanza di tracciamento dei contatti, confusione dibattito sull’uso di maschere per il viso e restrizioni sui raduni.

I piani pandemici che il team di Biden sta preparando dal mese di marzo, affermano fonti vicine alla campagna – promettono di intensificare i programmi di test-and-trace del paese; affrontare le disparità razziali ed etniche nei tassi e nei risultati di infezione da COVID-19; e ricostruire i programmi di preparazione alla pandemia tagliati dall’amministrazione Trump.

I mesi in cui Trump politicizza la pandemia saranno difficili da annullare. Il presidente ha ripetutamente affermato che indossare maschere non è necessario, nonostante le assicurazioni dei ricercatori della sanità pubblica che sono tra gli interventi non farmaceutici più efficaci per prevenire la diffusione virale. Il team di Biden dovrà modificare i messaggi sulla salute pubblica in modo che supporti la scienza senza allontanare ulteriormente gli scettici, afferma Marta Wosińska, vicedirettore del Margolis Center for Health Policy della Duke University a Durham, nella Carolina del Nord.”Dobbiamo capire una spinta bipartisan e identificare chi sono i giusti messaggeri”.

Se Biden vincerà, la sua amministrazione dovrà affrontare la diffidenza dell’opinione pubblica nei confronti delle agenzie federali che guidano la risposta degli Stati Uniti per limitare la pandemia. L’amministrazione Trump ha criticato e censurato le indicazioni dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) e ha affermato, senza prove, che la Food and Drug Administration (FDA) sta intenzionalmente rallentando i test sui vaccini per danneggiare le sue possibilità di rielezione.

La campagna di Biden ha dichiarato che la sua amministrazione avrebbe ordinato al CDC di emettere una guida trasparente e basata sui rischi comprovati per la salute pubblica, riguardo alla riapertura di ristoranti, delle scuole e degli spazi pubblici. Questo potrebbe anche fare molto per ripristinare il morale all’interno del CDC e della FDA. “Gli scienziati dell’agenzia si sentono emarginati e le loro voci non vengono ascoltate”, dice Patel. “Hanno bisogno di qualcuno che possa motivarli.”

Se eletto, Biden si è impegnato a sostenere l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), da cui Trump ha preso le distanze a luglio scorso.

Cambiamento climatico

La pandemia di coronavirus non è l’unico problema che dovrebbe affrontare divide Biden se fosse eletto, ma anche il cambiamento climatico è un tema centrale. Trump si è prodigato per ritirare gli Stati Uniti dal trattato sul clima di Parigi del 2015, ha annullato una serie di regolamenti intesi a ridurre le normative sui gas serra e ha definito il riscaldamento globale una bufala.

Al contrario, Biden sta ora conducendo una delle campagne più aggressive mai avanzate da un candidato alla presidenza del consiglio. Il suo piano da 2 trilioni di dollari USA richiede massicci investimenti nella ricerca e nello sviluppo di energia pulita e infrastrutture a basse emissioni di carbonio, come il trasporto pubblico e gli edifici ad alta efficienza energetica. Chiede inoltre agli Stati Uniti di generare elettricità pulita al 100% entro il 2035 e di produrre “emissioni nette zero” entro il 2050. La domanda a cui Biden e il suo team dovranno rispondere, se vincono a novembre, è come farlo accadere.

Priorità di ricerca

Oltre ad affrontare la pandemia e il cambiamento climatico, il neo presidente Biden avrebbe l’opportunità di sviluppare altre priorità scientifiche per la sua amministrazione. Questo processo include tipicamente il coinvolgimento di esperti per coordinare la politica scientifica e stabilire centri di ricerca per la Casa Bianca. (Il compito effettivo di distribuire i fondi per la scienza è lasciato al Congresso.)

Se Biden venisse eletto, dovrebbe scegliere un consulente scientifico il più rapidamente possibile per iniziare a sviluppare e attuare qualsiasi priorità di ricerca emerga, afferma Michael Lubell, fisico ed esperto di politiche scientifiche presso il City College di New York.

Collaborazioni internazionali di ricerca

Gli scienziati pensano che la posizione isolazionista di Trump abbia declassato la posizione degli Stati Uniti come leader globale nelle principali collaborazioni scientifiche e offuscato il suo fascino come destinazione per studenti e ricercatori stranieri. I piani di politica estera e di immigrazione di Biden potrebbero ricucire alcuni legami logori, ma gli esperti di politica scientifica avvertono che la strada per la ripresa sarà più lunga di un singolo mandato presidenziale di quattro anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: