In risposta al Coronavirus puoi fare qualcosa

Per Noam Chomsky, intellettuale e coscienza critica degli Stati uniti, gli effetti del Coronavirus sono amplificati dall’avidità del business e dalla ferocia di politici come Trump e i suoi amici (tra i quali cita Salvini). L’unica speranza viene dai movimenti dal basso

Noam Chomsky è uno dei principali intellettuali di rottura. Con i suoi libri ha contribuito a spiegare come le multinazionali e i miliardari abbiano portato a guerre e cambiamenti climatici catastrofici. È molto interessante seguire il suo ragionamento su come oggi i poteri forti e le grandi aziende stiano amplificando gli effetti della pandemia di Coronavirus per arricchirsi nuovamente sulla pelle dei più deboli.

Da un’intervista apparsa su jacobinmag a cura di Chris Brooks, il professore espone in modo chiaro le sue idee riguardo alla Pandemia che stiamo affrontando.

Innanzitutto, dovremmo sapere che se non arriviamo alle radici di questa pandemia, essa si ripresenterà, probabilmente in forma peggiore, semplicemente a causa delle manipolazioni del sistema capitalista che sta cercando di creare circostanze peggiori a proprio vantaggio – afferma il Professore.

Durante il suo mandato, Trump ha ridotto i finanziamenti a tutto ciò che non giovava alla ricchezza dei privati e ai poteri forti. Ha smantellato ogni sorta di iniziativa a favore dell’ambiente. C’erano anche aumenti compensativi nel bilancio, più sussidi all’industria dei combustibili fossili. Quindi, non solo uccidiamo quante più persone possibile ora, ma proviamo a distruggere tutta la società.

Dopo l’epidemia di SARS nel 2003 – anch’essa un coronavirus –  gli scienziati avevano compreso che sarebbero arrivate altre recidive, probabilmente più gravi. Comprenderlo non è stato sufficiente.  La ragione? Le industrie farmaceutiche seguono la logica capitalista: fai quello che ti farà guadagnare domani. Questa logica non si preoccupa del fatto che fra qualche anno tutto crollerà, perché non è un vero problema, l’unico obiettivo è il guadagno.

Riepilogando: Gli scienziati sapevano cosa fare, c’erano molte informazioni in circolazione, le compagnie farmaceutiche, in vista di profitti non hanno mosso un dito. Si poteva fare moltissimo, e non farsi trovare impreparati dal Covid-19. Nessuno ha fatto nulla.

La poliomelite, ad esempio, è stata sradicata attraverso un programma avviato e finanziato dal governo americano. Quando Jonas Salk ha scoperto il vaccino, ha insistito sul fatto che non ci fossero brevetti. Ha detto: “Deve essere pubblico, proprio come il sole”. Questo tipo di politica è finita di colpo con Ronald Reagan.

Quindi, tornando al 2003, il governo non è intervenuto. In realtà, lo ha fatto in minima parte, infatti, Obama, dopo la crisi Ebola, ha riconosciuto che  bisognava fare qualcosa e  ha agito in parte. Ha cercato di contrattare per i ventilatori di buona qualità a basso costo. La società incaricata è stata rapidamente acquistata da una società più grande che ha messo da parte il progetto –  poi si è rivolta al governo, annullando il contratto perché non abbastanza redditizio. Questo si chiama Capitalismo selvaggio. Gli ospedali negli Stati Uniti devono essere gestiti secondo un modello di business.

Sotto certi aspetti è quanto sta succedendo anche in Italia. Prima della Pandemia, già in molte regioni la politica spingeva verso la sanità privata. Oggi, c’è una ragione in più. A causa del Covid-19, molte cure sono sospese, etichettandole come non urgenti. Questo vale anche per visite e terapie. Molti ritardi e il cattivo funzionamento degli uffici, dei Cup, delle Asl ad oggi, non trovano giustificazione. La sanità pubblica in Italia è un’eccellenza, nella maggior parte dei casi. A parte i ritardi e alcuni casi di malasanità è aperta a tutti indistintamente, e questo, a differenza di altri paesi, è grande indice di civiltà e democrazia. Civiltà che si sta tentando di sradicare, sempre a favore di poteri forti e profitti a tutti i costi.

Altre cose surreali vanno segnalate – continua il Professor Chomsky . USAID è un programma che rivela i virus negli animali selvatici, che entrano in contatto con gli esseri umani a causa della distruzione degli habitat naturali e del riscaldamento globale. Questo programma stava identificando migliaia di potenziali virus patogeni, attivi anche in Cina. Trump l’ha sciolto a ottobre, con un tempismo mai visto.

I ricchi non pensano a costruire un futuro. Da segnalare ulteriori sussidi ai combustibili fossili, la distruzione dei regolamenti EPA, che potrebbero salvare le persone, ma non i profitti. Tutto questo sta succedendo proprio davanti ai nostri occhi. La domanda è: Ci saranno forze che sapranno opporsi a tutto questo?

Il capitalismo scellerato tenta di smantellare qualsiasi elemento di democrazia esista. Salvini in Italia è uno dei peggiori gangster in circolazione. Bolsonaro, in Brasile gareggia con Trump per vedere chi può essere il peggior criminale del mondo.

Il Professore risponde a una domanda sull’economia e sul lavoro, sugli scioperi che i lavoratori stanno organizzando in risposta al Coronavirus.

Ogni anno a gennaio, i “maestri dell’universo” si riuniscono a Davos, in Svizzera, per sciare, parlare di quanto sono meravigliosi, e chi più ne ha più ne metta. L’incontro di gennaio scorso o molto interessante. Arrivano i contadini con i forconi e sono preoccupati. Il tema dell’incontro, è: “Sì, abbiamo fatto cose brutte in passato.Ora lo capiamo. Stiamo ora aprendo una nuova era nel capitalismo, una nuova era in cui non ci preoccupiamo solo degli azionisti, ma dei lavoratori e della popolazione e siamo così bravi, così umani, che puoi fidarti di noi.

Il gigante e la bambina: Trump e Greta Thumberg

All’incontro c’erano due oratori principali: Trump, che ha tenuto il discorso di apertura e Greta Thunberg, l’altro discorso. Il contrasto è stato fantastico. Il primo discorso è di questo buffone delirante, che urla di quanto sia avido, e non possiamo nemmeno contare il numero delle bugie che racconta. Il secondo discorso è di una ragazza di diciassette anni che dà tranquillamente una descrizione precisa di ciò che sta accadendo nel mondo e guarda i potenti in faccia e dice: “State distruggendo le nostre vite”. E, naturalmente, tutti applaudono educatamente. Bella bambina. Torna a scuola.

Trump viene applaudito, perché anche se è volgare, sa quali tasche riempire e come. Intanto il presidente del Brasile dice che il Covid non esiste. Nei peggiori bassifondi come le  favelas  di Rio, lavarsi le mani ogni due ore è un po ‘difficile quando non si ha l’acqua, o distanziarsi quando si è in dieci in una stanza. Ma c’è un gruppo che ha cercato di imporre alcuni standard ragionevoli nel miglior modo possibile in queste condizioni orribili. Chi? Le bande criminali che hanno terrorizzato le  favelas . Sono così potenti che la polizia ha paura di entrare. Si sono organizzati per cercare di affrontare la crisi sanitaria.

Un ottimo storico del lavoro, Erik Loomis, dice che i momenti di cambiamento positivo sono stati quasi sempre guidati da un movimento operaio attivo e le uniche volte in cui si è usciti da una crisi è quando c’è stata un’amministrazione relativamente comprensiva, o almeno tollerante.

Si trova tanta umanità soprattutto là dove meno te lo aspetti. L’aiuto non arriva dalle multinazionali, non dai ricchi, e certamente non dai governi malati e incapaci, ma dal basso, dai movimenti, da chi si organizza e protesta.

La speranza è l’azione popolare. Cosa possiamo fare contro Coronavirus? Puoi fare qualcosa

Comprendere alcune dinamiche, forse significa già fare qualcosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: