Altroconsumo finanza: investimenti sicuri

Il mondo della finanza e degli investimenti è arabo per molti; infatti, è sempre più difficile districarsi fra azioni, obbligazioni e polizze, senza dover perdere tempo e senza alcuna garanzia di un buon risultato. In questo campo i rischi sono all’ordine del giorno, trovare investimenti sicuri è sempre più difficile, specie per chi vorrebbe far fruttare i propri risparmi senza comprometterli. Spesso ci si affida al professionista o al consulente dell’istituto di credito dove si ha aperto un rapporto, ma oltre alla fiducia, bisognerebbe leggere e analizzare scartoffie e condizioni, clausole e tanto altro. Per questo motivo chi decide di investire è assalito sempre da mille dubbi; vorrebbe guadagnare ma al tempo stesso dormire sonni tranquilli.

Altroconsumo finanza è un’associazione di consumatori che opera nel campo della finanza e che vanta oltre 400 mila iscritti. L’associazione  supporta i soci nella scelta degli investimenti bancari. Per iscriversi all’associazione è necessario sottoscrivere un abbonamento, il quale permette di accedere ad un sito web e gestire diverse funzionalità messe a disposizione sul portale.

L’utente attraverso il portale accede ad un ventaglio di portafogli da scegliere, può calcolare i rendimenti e ottenere informazioni finanziarie utili per gestire investimenti sicuri.

Purtroppo, bisogna interessarsi personalmente delle proprie finanze e ritagliarsi il giusto tempo per occuparsene. Iscrivendosi ad un’associazione, con il tempo si potranno acquisire le minime conoscenze e competenze per orientarsi nel mondo dell’economia e guadagnare sui propri risparmi. Oggi le alternative sono davvero poche, e se si pensa che da molto tempo ormai il mercato del mattone oscilla, per diversi motivi, meglio trovare alternative per mettere al sicuro i propri soldi, preservando il loro potere di acquisto.

Altroconsumo finanza  pubblica periodicamente una rivista con informazioni relative ai prodotti finanziari esistenti sul mercato;  attraverso la piattaforma il socio programma i suoi investimenti, simulando piani di investimento prima della sottoscrizione.

L’abbonamento di acquistare fondi ETF con costi molto bassi,  grazie alla negoziazione effettuata dagli esperti Altroconsumo. Bisogna tener presente che Altroconsumo finanza non è collegata a società bancarie o agenzie di intermediazione finanziaria, per cui offre assistenza e informazione in modo libero e sicuro.  

Come sottoscrivere l’abbonamento

E’ possibile abbonarsi al servizio Altroconsumo finanza direttamente dal sito web, compilando un questionario, che servirà a far conoscere agli esperti dell’associazione la propria propensione al rischio e a delineare l’identikit del risparmiatore. Vi sono diverse strategie di investimento offerte da Altroconsumo finanza: investimenti fino a 10 mila euro, fino a 50 mila euro e fino a 100 mila euro. Il costo dell’abbonamento ai servizi è ragionevole ed è prevista la possibilità di abbonarsi gratuitamente per un mese di prova. Infine gli iscritti possono ottenere condizioni favorevoli dal conto corrente bancario. Gli utenti attraverso informazioni e notizie possono effettuare investimenti sicuri.

In alternativa, se non si vuole sottoscrivere nessun abbonamento e optare per un quasi sicuro fai-da-te, bisogna documentarsi sugli investimenti disponibili sul mercato offerti da banche o da poste italiane. Le possibilità sono diverse, se si perde un po’ di tempo a consultare le condizioni dei diversi investimenti e ricercando opinioni sul web (cosa molto diffusa e utile) – Passando al vaglio i commenti sui forum o pagine e gruppi social è possibile farsi una prima idea su un tipo di investimento e richiedere informazioni e consigli a chi già a sottoscritto l’investimento. Moneyfarm: il miglior modo per investire – è un altro portale che offre opportunità di investimenti sicuri, mentre per chi desidera diversificare il proprio portafoglio vi sono altre alternative, come ad esempio quelle legate al settore immobiliare con Housers.

Molti piccoli risparmiatori, infine decidono di investire i loro risparmi in quadri di valore (per intenditori) o mobili, monete e francobolli o storia postale. Anche in questo campo bisogna avere un minimo di conoscenza e tastare il mercato, che spesso subisce delle significative variazioni, in base a diversi fattori, quasi come avviene per il mercato finanziario.

Altre soluzioni di investimento

Pensioni integrative a confronto: Alleata Previdenza e PostaPrevidenza  – le polizze vita sono spesso scelte come integrazione e come fondo pensione; rivolgendosi ad un consulente bancario sarà possibile investire in materie prime come l’oro – Perché investire in oro

Il consiglio generale resta quello di informarsi ed avere una visuale abbastanza completa del ventaglio delle offerte, in caso contrario è opportuno affidarsi ad un esperto, con il quale concordare le migliori soluzioni, i tempi e degli obiettivi ragionevoli da raggiungere. E’ chiaro che un consulente finanziario ha una conoscenza approfondita di strumenti finanziari e capacità, che noi difficilmente potremmo avere. Un consulente esperto consiglia sempre di diversificare gli investimenti, garantendo in questo modo un contenimento dei rischi; spesso di decide di bilanciare le perdite contrapponendo a queste ultime i ricavi derivanti da investimenti di altro tipo. Le soluzioni di investimento possono riguardare piccole somme ed essere di breve o lunga durata. Vi sono, ad esempio, alcuni investimenti che restituiscono una buona performance solo a lungo termine; è il caso degli ETF

 

 

 

 

Investimenti sicuri Investire in immobili Housers: Cos’è e come funziona

Housers è una piattaforma attraverso la quale acquistare immobili in modalità Crowdfunding; lo scopo di questo progetto è quello di permettere a chiunque di effettuare investimenti sicuri in immobili, anche impiegando una somma minima e di poter acquistare (e guadagnare) in co-partecipazione un immobile per rivenderlo oppure per realizzare rendite derivanti dall’affitto, in base alla somma investita. La piattaforma decide l’obiettivo di rendimento e l’immobile viene messo in vendita fino a quando quest’ultima non si realizza.  Quando invece, il progetto non va a buon fine, le quote investite vengono restituite ai risparmiatori. La soglia di investimento per ciascun progetto è di 3 mila euro; per investire somme superiori bisogna essere investitori accreditati e presentare certificazioni relative a patrimoni finanziari superiori a 100 mila euro, assistenza di esperti nel campo finanziario e cosi via. L’acquisto di quote di immobili attraverso housers sono investimenti sicuri, perché si tratta semplicemente di acquisto di un immobile; quando un privato acquista una casa è sempre un buon investimento, anche se quell’immobile subirà una svalutazione, si tratta sempre di un bene acquistato, il cui valore potrà risalire in base a diversi parametri. Se questo discorso vale in generale per il mercato immobiliare, per gli investimenti attraverso housers il discorso è diverso, tanto è vero parlano i numeri: numero di investitori, progetti realizzati e infine interessi distribuiti, basta dare uno sguardo al sito o alle immagini in calce a questo articolo.

I progetti finanziati con il Crowdfunding di Housers sono realizzazioni di lusso medio- alto, un settore che non trova mai battute d’arresto, ecco perché continua a crescere e riesce a garantire rendimenti al di sopra della media, che si aggirano intorno a percentuali dell’8% – 10%  ed oltre.  

Come investire con Housers

Il primo passo da fare è l’iscrizione sul sito web; la seconda fase prevede l’apertura di un conto e servirà allegare un documento (carta d’identità o passaporto). Per attivare il conto housers è necessario effettuare un bonifico o un versamento tramite carta di credito della somma che si intende investire.

Attraverso la piattaforma sarà possibile controllare l’andamento dei propri investimenti.

Consigli: gli esperti consigliano sempre di diversificare gli investimenti, coprendo due o più tipologie per un realizzo migliore. Inoltre, anche se è possibile investire anche 50€, la somma ideale per ottenere un buon rendimento è di almeno 1000 €.

Nella sezione opportunità appariranno le soluzioni proposte dalla piattaforma: la zona dell’immobile, la foto, il rendimento, quanti investitori hanno aderito al progetto, la durata dell’investimento.

investimento casa

Tipologie di investimento

La piattaforma permette al risparmiatore di investire in diverse tipologie:

  • Risparmio – rendimenti basati sull’affitto di immobili;
  • Investimento – prevede prestiti partecipativi nella ristrutturazione o costruzione di immobili per la rivendita;
  • Tasso fisso – prestiti a società per nuove costruzioni 12/36 mesi, rendimenti mensili;
  • Arte – prestito partecipativo in opere d’arte

Tutti i titoli posseduti possono essere rimessi sulla piattaforma ed essere rivenduti attraverso il marketplace. Gli investimenti possono partire da 50 € in poi.

La riscossione degli interessi dipenderà dalla tipologia di investimento effettuata; se si tratta di un immobile in affitto, il guadagno sarà mensile, se invece si tratta di un immobile ristrutturato destinato alla rivendita, si avrà la disponibilità dell’interesse maturato alla conclusione dell’affare.

Housers: investire in immobili e aspetti fiscali

Il guadagno realizzato attraverso la vendita di un immobile o la rendita derivante dall’affitto dovranno essere inseriti nella denuncia dei redditi come capital gain (redditi derivanti da capitali impiegati: dividendi, titoli, fondi ecc.).  Bisognerà, dunque fornire i documenti relativi agli interessi maturati al proprio fiscalista.

I vantaggi di Housers

Investire somme più o meno elevate in progetti housers vuol dire non sostenere spese di gestione (presenti in altri tipi di investimenti); il risparmiatore decide la somma da investire e la durata del prestito; sulla piattaforma si può decidere di rivendere i propri titoli ad un prezzo stabilito; si possono acquistare titoli di progetti già avviati.

I rischi di Housers

Il mercato immobiliare come quello azionario può subire mutamenti e variazioni; il risparmiatore che decide di investire in immobili attraverso la piattaforma housers va incontro agli stessi rischi che corre chiunque decida di acquistare un immobile: diminuzione del valore al massimo.  Il rischio concreto è quello di perdere una parte di valore (del capitale investito) o non realizzare rendimenti.  Tutto ciò si può evitare facendosi consigliare da esperti o informarsi sulle caratteristiche del progetto a cui si vuole partecipare; in via generale un immobile si rivaluta nel tempo grazie all’inflazione.

Iscriversi alla Piattaforma Housers

La piattaforma permette a ciascun utente di ricevere un bonus di 50 € registrandosi attraverso la piattaforma al link Housers: Guadagna 50€ per ogni invito   – 

e di far ricevere 50 € ad un amico che si registra al primo investimento.

3 luglio 2019 – dal blog Housers

Housers: ecco i risultati del primo semestre del 2019

Durante il primo semestre del 2019, i nostri investitori hanno investito un totale di 15 milioni di euro nei vari progetti sparsi tra Italia, Spagna e Portogallo. Se sommiamo questa quota al totale degli investimenti che hanno avuto luogo nella nostra piattaforma dall’inizio della sua attività, arriviamo a un totale di 87,5 milioni di euro. Questi risultati ci aiutano a continuare ad essere considerati come la piattaforma leader di investimenti immobiliari in sud d’Europa. 

Fino ad ora, 56 progetti immobiliari si sono conclusi, ammontando così a un totale di 30 milioni di euro restituiti ai nostri investitori. Questo dato rappresenta il 35% del capitale totale che è stato restituito tramite Housers e sottolinea la fiducia che i promotori immobiliari hanno nei confronti della piattaforma.

Abbiamo poi raggiunto un totale di 109.000 utenti registrati, di 155 nazionalitè diverse, e la maggior parte di questi proviene da Spagna, Italia, Portogallo e Regno Unito. Dal 2015 ad oggi, questi hanno partecipato al finanziamento di 230 progetti immobiliari per la costruzione/ristrutturazione di ben 800 immobili sparsi tra Italia, Spagna e Portogallo.

Per riassumere, sembra che Housers sia riuscita ad ottenere buoni risultati durante il primo semestre del 2019 che sono probabilmente dovuti alla forza del suo modello di business. Ora è solido e pronto per nuove sfide, come per esempio l’espansione in nuovi paesi. Il successo di Housers è definitivamente dovuto alla sua forte missione: la democratizzazione degli investimenti immobiliari.

 

 

Perché investire in oro

Il mondo degli investimenti oggi è molto cambiato; è diventato sempre più difficile trovare soluzioni comode e sicure per investire il proprio denaro. La regola generale dice che in tempi di crisi e di incertezze, molti investono in beni rifugio. Ma quali sono i beni rifugio?

I grandi investitori diversificano i loro investimenti; coloro che dispongono di grosse somme di liquidità le impiegano in immobili, quadri di valore, francobolli pregiati mercato azionario, diamanti, monete e oro.

Anche i piccoli risparmiatori, per non vedere perdere valore i loro risparmi possono accedere a investimenti sicuri che garantiscono il capitale nel tempo. L’oro viene scambiato nelle borse valori, che determinano il prezzo.  Il valore dell’oro è determinato anche da altri fattori: quantità esistente e depositi nel mondo.

Cos’è la quotazione dell’oro

La quotazione dell’oro è il prezzo che scaturisce dalla domanda, dall’offerta, dalla quantità e dagli scambi che avvengono nei mercati ogni giorno. Gli strumenti attraverso cui l’oro viene scambiato sono opzione, futures o ETF. Si tratta di titoli legati al prezzo dell’oro. Sui mercati internazionali l’oro è espresso in grammi contro dollaro e il suo valore dipende anche da fattori politici e andamento del dollaro. Bisogna tener presente che l’oro che viene scambiato sui mercati corrisponde a oro 24 carati (999 millesimi). Tale dettaglio è da valutare nel caso di gioielli; infatti, in molti casi il risparmiatore intende vendere l’oro di famiglia, il quale non è mai 24 carati ma è sempre fuso con altro materiale, per cui il prezzo a cui l’oro viene scambiato sui mercati non corrisponde mai ai gioielli (anelli, collane ecc.).

moneteoro

Come investire in oro

Se si vuole investire in oro è possibile farlo in diversi modi:

  • Acquistando lingotti d’oro 24 carati presso una banca e depositandolo direttamente nel caveau;
  • Acquistando titoli legati alle quotazioni dell’oro;
  • Acquistando monete in oro (più facilmente divisibili e vendibili)

Se si decide di vendere l’oro di famiglia (collane, bracciali, anelli) è importante rivolgersi ad un ComproOro affidabile che opera sul mercato da parecchi anni, tenendo conto del fatto che bracciali e collane sono composte da oro e da circa il 25% di un altro metallo, del guadagno del ComproOro e della fonderia che trasformerà gli oggetti; ciò servirà al risparmiatore per valutare in modo preciso il valore dei gioielli in suo possesso e il prezzo di realizzo.

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑