Mappe genetiche come open source per combattere il Covid-19

La mappa genetica pubblicata sul sito Netxstrain, indica che il Coronavirus è entrato in Europa diverse volte, questo spiega il fatto che in Italia è stato difficile individuare il paziente zero. Secondo la mappa il primo focolaio arriva da Monaco, in Germania.
La mappa genetica del Covid-19 è il tentativo di monitorare in tempo reale l'evoluzione e la diffusione del virus, e prevede la pubblicazione dei dati da parte degli scienziati, ricostruendo l'albero genealogico del virus. Tali dati, a disposizione di tutti in Open source, restituiscono informazioni importanti, riguardo anche all'efficacia delle misure di contenimento e ad altri tipi di intervento attuati. 

Coronavirus: la sfida del tempo e quello che non bisogna mai dimenticare

Marzo 2020: le notizie corrono velocissime, complice internet e altre ultratecnologie, ma di certezze ce ne sono poche, primo perché le emergenze ridisegnano la mappa delle nostre convinzioni, svelando il vero significato della parola “certezza”. Se la terra sotto i nostri piedi trema o scompare all’improvviso, non è certezza, come la nostra stessa vita, la salute, gli edifici fatti di mattoni e sabbia, le sicurezze economiche faticosamente costruite. Ci ostiniamo a chiamare certezza, quello che per natura non lo è

Blog su WordPress.com.

Su ↑