Dall’Irpinia al Cilento il nuovo sentiero dei parchi CAI: quattrocento tappe e ventisei parchi

Settemila chilometri è il nuovo cammino definito da CAI (Club Alpino Italiano) con il Ministero dell’Ambiente, che attraversa le immense bellezze della Regione. Il protocollo d’Intesa prevede una collaborazione per diffondere la cultura dell’ambiente e educare alle tematiche dell’ecosistema. «Un itinerario escursionistico che toccherà tutti i 25 Parchi nazionali del nostro Paese, che avrà come spina dorsale l’attuale Sentiero Italia CAI – spiega il ministro dell’Ambiente Sergio Costa –. I parchi nazionali – continua il ministro – sono uno scrigno della natura: bisogna garantirne la conservazione, ma anche la fruibilità. L’attenzione riservata con la legge di bilancio – ben 35 milioni di euro nel periodo 2020-2033 – per la manutenzione e il potenziamento delle reti sentieristiche nelle aree protette insieme a questo accordo con il Cai sono segnali importanti di quanto ci stia a cuore il nostro inestimabile patrimonio di biodiversità e la sua valorizzazione in termini di turismo sostenibile, soprattutto in questo periodo di ripresa post-Covid nel quale tutti sentiamo il bisogno di stare più all’aria aperta. E per tutti i viaggiatori lungo il Sentiero dei Parchi creeremo anche un ‘passaporto’, un riconoscimento simbolico per gli escursionisti che attraverseranno il territorio di ciascun parco e per premiare quelli che saranno riusciti a completarlo facendo tappa in tutti e 25 i Parchi Nazionali». L’attuale Sentiero Italia CAI, lungo oltre 7000 km, collega tutte le regioni italiane lungo la dorsale appenninica e l’arco alpino, da Santa Teresa Gallura, nel nord della Sardegna, a Muggia, in provincia di Trieste. Un itinerario, che abbraccia tutto il Paese attraverso le montagne, e che attualmente attraversa già 16 dei 25 parchi nazionali e conta 85 tappe, su un totale di circa 400, comprese interamente o parzialmente all’interno dei loro confini.

Grazie all’accordo con il ministero è prevista la realizzazione di specifiche varianti, così da comprendere tutte le aree protette, in un percorso di visita eco-sostenibile che unisca parchi, riserve della biosfera, siti naturalistici Unesco e patrimonio culturale immateriale dell’umanità.

Obiettivo del progetto è rilanciare le aree protette come luoghi di conservazione e di gestione della natura, che consentono ai residenti la possibilità di realizzare filiere economiche sostenibili.

La rete sentieristica dei parchi nazionali valorizza il patrimonio naturalistico e culturale delle aree protette e promuove la tutela e il presidio dei territori. Il ministero dell’Ambiente è intervenuto negli ultimi anni in casi di particolare urgenza per la messa in sicurezza e il ripristino di reti sentieristiche dissestate a seguito di eventi estremi che hanno causato gravi danni ai territori dei parchi. Da quest’anno, grazie allo stanziamento destinato al potenziamento delle infrastrutture verdi nelle aree naturali protette, assegnato dalla legge di bilancio al ministero per una somma complessiva di 35 milioni di euro da utilizzare tra il 2020 e il 2033, sarà possibile finanziare interventi di manutenzione e potenziamento delle reti sentieristiche nelle aree protette nazionali, così da rafforzare, attraverso la loro valorizzazione, l’identità e la cultura dei luoghi e sostenere l’economia locale e il turismo sostenibile.

QUI è possibile accedere alla mappa completa del percorso per conoscere le tappe e informarsi sulle aree da visitare

SENTIERO DEI PARCHI: LE TAPPE CAMPANE

Passo del Fortino – Sanza (21,7 km e 387 m di dislivello)
Sanza – Rifugio Cervati (10,3 km e 1103 m di dislivello)
Rifugio Cervati – Piaggine (16 km e 210 m di dislivello)
Piaggine – Passo della Sentinella (19,6 km e 1121 m di dislivello)
Passo della Sentinella – Casone Aresta (15,5 km e 431 m di dislivello)
Casone Aresta – Sicignano degli Alburni (14,8 km e 527 m di dislivello)
Sicignano degli Alburni – Senerchia ( 32,3 km e 759 m di dislivello)
Senerchia – Monte Polveracchio (14,5 km e 1333 m di dislivello)
Montepolveracchio – Acerno ( 10,1 km e 56 m di dislivello)
Acerno – Casa Rocchi (16 km e 524 m di dislivello)
Bivio Casa Rocchi – Piano di Verteglia (10,4 km e 560 m di dislivello)
Piano di Verteglia – Serino (13,6 km e 524 m di dislivello)
Serino – Contrada – Monteforte (22,5 km e 603 m di dislivello)
Contrada – Mercato San Severino (14,7 km e 649 m di dislivello)
Monteforte – Bivio Ospedaletto (7,4 km e 662 m di dislivello)
Mercato San Severino – Varco della Foce (12,1 km e 708 m di dislivello)
Bivio Ospedaletto – Rifugio Piano di Lauro (15,3 km e 821 m di dislivello)
Varco della Foce – Corpo di Cava (9,8 km e 371 m di dislivello)
Rifugio Piano di Lauro – Bucciano (20,2 km e 44 m di dislivello)
Corpo di Cava – Avvocata (5,6 km e 582 m di dislivello)
Bucciano – Piano di Prata (19 km e 1293 m di dislivello)
Avvocata -Valico di Chiunzi (12,5 km e 381 m di dislivello)
Piana di Prata – Telese (22,6 km e 348 m di dislivello)
Valico di Chiunzi – Monte Cerreto (4,5 km e 705 m di dislivello)
Telese – Faicchio (12,8 km e 248 m di dislivello)
Monte Cerreto – Faito (13,4 km e 576 m di dislivello)
Faito – Gioia Sannitica (5,9 km e 356 m di dislivello)
Faito – Colli di Fontanelle (15,4 km e 441 m di dislivello)
Gioia Sannitica – Piedimonte Matese (17,8 km e 960 m di dislivello)
Colli di Fontanelle – Punta Campanella – Termini (16,9 km e 935 m di dislivello)
Piedimonte Matese – Campitello Matese (18,3 km e 1563 m di dislivello)

fonte: Orticalab

Immagini da matese.guideslow

Viaggi e itinerari in tempo di Crisi da Corona virus: Umbria da visitare

28 febbraio 2020, da circa una settimana il CoronaVirus è arrivato anche in Italia, gli esperti dicono che bisognerà attendere almeno un mese per valutare gli effetti e il modo in cui si comporterà la nuova pandemia. Da settimane i Tg non fanno altro che raccomandare a tutte le persone di lavare spesso le mani, oltre che seguire altre regole di igiene e piccole modifiche allo stile di vita. Sicuramente, per i più attenti non sarà difficile, visto che in molti, per evitare l’influenza stagionale già mettono in pratica le regole base, come quella di starnutire nel gomito, evitare luoghi affollati, disinfettare le mani, ma anche areare spesso i luoghi dove si soggiorna per molte ore, l’abitazione o l’ufficio, per esempio. Le persone più a rischio hanno già fatto il vaccino per l’influenza, assumono regolarmente integratori, fra cui Vitamina C, fermenti lattici e seguono una dieta con pochi grassi e zuccheri. Tutto ciò aiuta, sicuramente, visto che si tratta di una comune influenza, la quale può essere fatale solo per chi ha già patologie più o meno gravi. In tutto questo, quello che risulta essere più complicato, riguarda gli spostamenti, sia quelli brevi all’interno del paese sia i viaggi all’estero. Le ipotesi riguardo al coronavirus, che si sono susseguite in queste ore sono diverse: il virus è stato messo in giro dal governo cinese, per una questione riguardante i dazi doganali, o per indebolire altre economie. Indubbiamente, il nostro paese già sta subendo gravi conseguenze, e ciò che si preannuncia abbastanza catastrofico è proprio il settore dei viaggi.

La situazione attuale

In queste ore le scuole sono chiuse per essere sanificate, a bordo dei treni sono presenti dispenser di disinfettante, mentre il personale indossa mascherine. Viaggiare in questi giorni lo si fa lo stesso, ma con preoccupazione e nervosismo, mentre recarsi all’estero è più difficile, visto che alcuni paesi come l’Austria hanno bloccato i treni provenienti dall’Italia, in Francia il governo ha sconsigliato di recarsi in Italia, come anche altri paesi europei e del mondo allertano i loro cittadini contro l’Italian CoronaVirus.

Va bene tutto, le norme igieniche e l’allerta, le misure ordinarie e straordinarie e la massima attenzione, senza inutili allarmismi e senza stupide psicosi, senza nemmeno dare la colpa a nessuno, magari restando neutri e credendo alla buona fede degli altri, ma riflettendo sul fatto che si può essere un paese grande o un grande paese e vi è una sostanziale differenza fra le due cose. Nonostante nel corso dei secoli, l’Italia sia stata mal governata, non bisogna sottovalutare il suo patrimonio artistico e culturale, fra i primi (se non il primo) al mondo. In Italia, oltre ai paesaggi e ai monumenti, alla storia e all’arte, vi è una tradizione culinaria di prim’ordine, per non parlare delle eccellenza come i vini, il parmigiano e altre specialità tipiche e uniche del territorio italiano.

cartina_toscana_marche

Umbria e Toscana: Un itinerario possibile

Intorno al 20 marzo (a circa un mese dal primo caso coronavirus in Italia), a ridosso della primavera, tenendo d’occhio l’evoluzione dell’Italian Corona virus, si potrebbe pensare ad un itinerario di pochi giorni, in auto fra la Toscana e l’Umbria. Arezzo, Cortona, Castiglione del Lago, Perugia. Se si dispone di qualche giorno in più si potrebbe arrivare a Siena o San Marino, Città di Castello, Gubbio, Montepulciano, Chiangiano Terme.

Fiumi e laghi attraversano enormi vallate, non sembra nemmeno di stare in Italia, borghi, castelli, cascate, e invece siamo in Umbria, la regione verde che sorge fra montagne, colline e boschi. Qui si trovano le cascate delle Marmore, fra le più alte d’Europa, a circa 7 chilometri da Terni, nella Valnerina.

Intorno alle cascate si trova un complesso turistico-escursionistico, che si snoda attraverso sentieri sui quali si incontrano fiumi, una ricca vegetazione e perfino opere idrauliche e antichi reperti archeologici.

Le attività che si possono svolgere presso le cascate sono molte, oltre a passeggiate ed escursioni, rafting, hydrospeed, tubing.

 

Borghi da visitare

lago

Castiglione del Lago è circondato dalle mura medievali con le tre porte Fiorentina, Senese e Perugina. Sul lago ci si affaccia dal cammino di ronda, mentre il palazzo ducale risale al 1560. Tanto altro ancora c’è da visitare in questo splendido luogo: la chiesa di Santa Maria Maddalena, la chiesa di San Domenico di Guzman, con un bel soffitto ligneo.

cortona-3740699_960_720

Cortona è il principale centro culturale della Val di Chiana, si trova in provincia di Arezzo. Il Parco archeologico di Cortona vanta ben 11 siti, si possono visitare la Tomba di Mezzavia, il Tumulo di Camucia, la Villa di Ossaia, le Mura etrusche, il Museo Paleontologico. Inoltre, il Duomo di Cortona, il Convento delle Celle, la Basilica di Santa Margherita, la Chiesa di San Benedetto.

IMG_20170812_182657

Siena

Sul sito del Comune di Siena è presente un link che riporta ad una visita virtuale della città, utile per poter scegliere i luoghi da visitare  – Siena Guida Virtuale

Cliccando su un luogo è possibile ammirare a 360 gradi, ad esempio Piazza del Campo; simpatiche freccette ci permettono di spostare la visuale e girare l’intera piazza, vedere i turisti seduti ai tavolini, spostarsi nel cuore della piazza dove centinaia di persone passeggiano o sono sedute per terra, davvero molto bello e interessante!

siena

Non resta altro da fare che attendere il 20 marzo, la primavera, la serenità, i risultati delle misure preventive in atto e i frutti del buon senso, in fondo siamo un grande paese, nonostante i maldestri tentativi di imitazione.

Attendiamo notizie, dettagli e foto dei vostri viaggi in tempi dell’Italian Corona Virus – dresser7@hotmail.it

 

 

 

 

Travel Italywow: La prima App per scoprire l’Italia

Viaggiare è sempre un’esperienza indimenticabile, restituisce un senso di libertà e ha il potere di farci sentire cittadini del mondo, cadono barriere e confini, così il vero viaggiatore riesce ad immergersi in tradizioni e luoghi sentendoli propri.

Ogni viaggiatore ha un proprio personale ideale di viaggio, la vacanza ad esempio, nell’immaginario collettivo è sinonimo di relax al mare su una spiaggia o ai bordi di una piscina. Vacanza e viaggio non sempre vogliono dire la medesima cosa. Dopo un anno di lavoro, e negli ultimi tempi più volte all’anno si decide di fare vacanza, anche solo per un week end o per pochi giorni. Il senso del viaggio è forse quello di incontrare nuove culture, esplorare, mentre vacanza significa tutto ciò che non si fa durante l’anno, cioè spezzare la routine. Per questo potrebbe essere vacanza prendere casa in centro in una località che ha attirato la nostra attenzione, e immergersi nelle voci del mercato, seguire i flussi di turisti o la gente del posto, per scoprire come vivono, assaggiare nuovi sapori e aprirsi al mondo – Tutto il mondo è paese.

italywow

Cos’è ItalyWow

Il mondo del turismo stava aspettando questa piccola grande rivoluzione; come già è successo in tanti settori, specie quelli dell’e-commerce, ben presto si è compreso quanto l’utente abbia bisogno di confronto e di condivisione di esperienza. Non sono poco importanti le recensioni che noi tutti lasciamo in un sito web o in una pagina social dopo aver acquistato un prodotto o un servizio.

La nuova App sconvolgerà il mondo dei viaggi; esperienze multilingua e omnicanale sono parole d’ordine. Travel Italywow permette di condividere itinerari con altri utenti, in pratica il sentiment è appunto la condivisione di esperienze.

L’applicazione in modo semplice e intuitivo consiglia il turista su cosa vedere, cosa comprare, dove dormire, come divertirsi, ed in base alla reale “experience” che desidera fare in quel momento. In che modo funziona? Gli algoritmi di ItalyWow rilevano ciò che piace o non  piace alle persone attraverso post e like. In questo modo, non ci saranno misteri su quali hobby e passioni appartengono a ciascun utente, al quale in base al proprio profilo verrà consigliata l’esperienza più adatta alle proprie esigenze.

Le tipologie che l’utente – turista sono tante e in 10 lingue diverse:

  • Unforgettable
  • Food & Wine
  • Shopping
  • Wedding
  • Sport
  • Fun & Enjoy
  • Wellness

Raccolta Crowdfunding su Starsup

La rivoluzione nel “Travel to Italy” arriva anche su Starsup con una campagna raccolta fondi che scade il 29/03/2020 e che prevede un Equity offerto min caso di obiettivo massimo del 18,367%.

ItalyWow è un progetto innovativo, che rivoluziona l’approccio del viaggiatore nella scelta delle destinazioni, che mette al centro l’esperienza e le passioni del viaggiatore. A quest’ultimo piace fare giri in bicicletta, ama la degustazione di vini in location di campagna, adora fare sport o immergersi nella natura, vuole scoprire luoghi indimenticabili, musei e monumenti, fare il pieno di arte e cultura, oppure ama fare shopping e vacanze di benessere. Tutto questo ItalyWow lo sa e per questo ha la giusta soluzione. Il progetto ha grandi potenzialità di crescita, gli investitori potranno usufruire di agevolazioni fiscali del 30% come la legge prevede per chi investe in StartUp innovative e inoltre i soci che investono oltre 3  mila euro hanno diritto al diritto di voto.

Molte agevolazioni sono previste anche per gli operatori di settore, che avranno una vetrina attraverso la nuova App.

La cofounder Patrizia Allara dichiara  – Entrate in ItalyWow ed avrete la vostra vetrina sul mondo. Il viaggiatore moderno non cerca più solo una destinazione ma esperienze. Può trovare tutto nell’app: il convertitore di valuta, il traduttore simultaneo, itinerari con orari di treni e metropolitane, la condivisione con altri utenti e le recensioni degli altri viaggiatori. 

ItalyWow è diversa da tante altre App e permette di valorizzare anche località poco conosciute, per cui potrebbe rivelarsi un’opportunità per incrementare l’afflusso turistico

La via più breve per giungere a se stessi gira intorno al mondo.
Herman Keyserling

I sentieri si costruiscono viaggiando.
Franz Kafka

Non andare dove il sentiero ti può portare; vai invece dove il sentiero non c’è ancora e lascia dietro di te una traccia.
Ralph Waldo Emerson

 

Viaggiare sicuri: Cosa sapere prima di partire

Prima di organizzare un viaggio breve o  lungo è importante effettuare una serie di operazioni volte a prevenire situazioni spiacevoli che potrebbero verificarsi in un paese straniero. La prima cosa da conoscere è la situazione di sicurezza del paese da visitare. On line è possibile informarsi riguardo a condizioni di pericolo a causa di agitazioni o guerre.  La Farnesina Ministero degli Affari esteri ha messo a disposizione un portale dove siamo nel mondo  attraverso cui gli italiani in partenza possono segnalare i loro dati, dando in questo modo alla Farnesina indicazioni relative alla tipologia del viaggio, alla zona in cui ci si troverà per consentire con maggiore rapidità un eventuale operazione di soccorso da parte del governo.

Cosa deve sapere chi ama i viaggi

Organizzare un viaggio oggi è molto più semplice di prima; la massiccia presenza di agenzie viaggi anche on line rende sicuro e comodo affrontare qualsiasi viaggio. Vi sono molti voli low cost, che è possibile prenotare con mesi di anticipo; addirittura con pochi euro si possono raggiungere capitali europee e internazionali, senza nulla togliere alla qualità e alla sicurezza. Non è necessario, oggi spendere una fortuna per viaggiare e divertirsi, basta semplicemente sapersi organizzare, contattare le persone giuste e fare scelte oculate. Molti amanti dell’imprevisto amano i last minute, ma i più temerari da anni hanno scoperto il last second, ovvero prendere la valigia e recarsi all’aeroporto acquistando il primo biglietto disponibile: il sogno nascosto di tutti. I viaggi sono un momento importante nella vita delle persone, perché svolgono un ruolo importante per la conoscenza di altre culture e altri popoli. Molti artisti, scrittori e anche gente comune usa i viaggi per trovare ispirazione per la propria professione e per approfondire argomenti particolari (economia, tradizioni, cultura, politica).

Tessera europea assicurazione malattia (TEAM) Cos’è

Si tratta di un’assicurazione sanitaria che copre eventuali cure mediche presso strutture ospedaliere, eventuali trasferimenti aerei urgenti; tale assicurazione dovrebbe essere già compresa nei viaggi turistici organizzati.  Il Ministero della Salute ha attivato uno sportello virtuale per ottenere tutte le informazioni sull’assistenza sanitaria all’estero, il servizio si chiama “Se parto per…”

La sicurezza e la prevenzione sono molto importanti; si può partire per vacanza, per studio o lavoro e per conoscere nuove culture. Quando si visita un paese è preferibile immergersi nella tradizione di quel paese, osservando le abitudini, assaggiando i cibi, imparando qualche parola per farsi capire da quelli del posto. Viaggiare aiuta e in certi casi contribuisce allo sviluppo dello spirito di adattamento, condizione indispensabile per vivere nel mondo di oggi.

Couch surfing: cos’é

Molti non potrebbero mai pensare a questa pratica; infatti, essere ospitati a casa di qualche sconosciuto potrebbe sembrare non opportuno e per alcuni anche pericoloso, ma non è affatto così, molti lo fanno e si godono il viaggio risparmiando. Quando si arriva in un posto nuovo bisogna cercare subito punti di riferimento: un bar, un negozio, amici anche conosciuti nei social, che sappiano fornire informazioni utili al nostro soggiorno. Internet in questo caso può essere una miniera di informazioni.  Oltre a registrarsi sul sito della farnesina è importante inviare mail o messaggi ad amici o parenti ogni volta che ci si sposta o si partecipa ad una gita organizzata. Ogni azione e spostamento deve lasciare una traccia; in questo modo il percorso verrà indicato dai segni che semineremo e sarà più semplice essere rintracciati.

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑